lunedì 18 dicembre, 2017 - 13:39:58
Home > La Voce > Locali > Guida Blu 2017: riconfermate le 4 vele a Maruggio e Campomarino

Guida Blu 2017: riconfermate le 4 vele a Maruggio e Campomarino

Anche quest’anno sono state riconfermate le 4 vele a Maruggio e Campomarino. Non è stata una conferma scontata in questo momento di transizione nell’attribuzione delle vele. A partire dall’anno in corso, infatti, Legambiente e il Touring Club Italiano, hanno deciso di accorpare più comuni in comprensori turistici.

Maruggio fa parte del comprensorio Alto Salento ionico, insieme ai comuni di Gallipoli, Manduria, Nardò e Porto Cesareo; di questi, solo Maruggio e Nardò avevano già ottenuto le 4 vele nel 2016, quindi l’accorpamento ha reso più complicato concorrere all’attribuzione della quinta vela, che tanto stiamo inseguendo.

Tuttavia l’attività di promozione del turismo lento intrapresa dall’Amministrazione e dalle associazioni locali di promozione turistica insieme alle attività di tutela e di educazione ambientale messe in atto dal locale circolo della Legambiente di Maruggio, continuano a sortire buoni risultati. Anche quest’anno si è rilevato uno standard crescente nello stato di conservazione del paesaggio, nella qualità dell’accoglienza, nella sostenibilità turistica e nella pulizia del mare e delle spiagge, che ci hanno permesso di aumentare il nostro punteggio.

Continua incessante la crescita di Maruggio e Campomarino, relativamente alla piccola ricettività, alla gestione di km di spiagge libere e degli stabilimenti balneari, tutti ben inseriti nel paesaggio, all’incremento del turismo naturalistico con la crescita esponenziale dell’offerta di servizi di guida sulle dune e nelle aree rurali retrostanti, al servizio offerto ai disabili per la fruibilità della spiaggia e all’incremento della raccolta differenziata. È inutile dire che c’è ancora tanta strada da fare e l’augurio è quello di riuscire a farla insieme ai comuni a noi associati, in modo da far crescere questo distretto turistico in maniera proficua per tutti (l’unione fa la forza!).

L’obiettivo finale di questo impegno, che deve coinvolgere non cinque comuni, ma cinque comunità intere, deve essere la conquista delle 5 vele, per entrare a far parte di diritto nelle località che rappresentano l’eccellenza assoluta nell’offerta turistica, nella cura dei centri storici e nell’offerta enogastonomica. Da questo punto di vista, particolare importanza assume, oggi più che mai, la collaborazione costante e sistematica fra Amministrazioni, gruppi e associazioni dell’intero comprensorio. Tutto ciò sarà per ognuno motivo di crescita, non solo ai fini della conquista delle 5 vele, ma soprattutto ai fini di una educazione alla condivisione e alla collaborazione che, inevitabilmente, si tradurrà in una crescita territoriale dell’ Alto Salento ionico.

Dottoressa Tiziana Destratis
Consigliere delegato al Turismo, Spettacolo e Marketing Territoriale del Comune di Maruggio
Attivista dell’OdV della Legambiente di Maruggio, Circolo “Dune di Campomarino”

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione

La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Manduria: due arresti e dodici denunce in stato di libertà

Due arresti, dodici denunce a piede libero e un  assuntore segnalato al competente U.T.G.- Prefettura …

Rispondi

La Voce di Maruggio è Stephen Fry grazie per la cache a WP Super Cache