sabato 18 agosto, 2018 - 11:15:00
Home > Attualità > La regione della cultura è il cuore. Concluso con successo il percorso ASL-Sanità del Liceo di Manduria con l’Unità Consultoriale di Taranto

La regione della cultura è il cuore. Concluso con successo il percorso ASL-Sanità del Liceo di Manduria con l’Unità Consultoriale di Taranto

MANDURIA – Si è conclusa con grande successo l’esperienza di Alternanza Scuola Lavoro “Il consultorio familiare: dalla teoria alla pratica”, svolta in ambito sanitario, che ha visto protagonisti gli studenti del Liceo “De Sanctis-Galilei” di Manduria presso l’Unità Consultoriale del Distretto Unico di via Ancona a Taranto.
Il percorso ha previsto un monte complessivo di 30 ore, articolato in otto incontri formativi, distribuiti nei mesi di aprile e maggio del corrente anno scolastico, sui temi della legislazione nazionale e regionale, dei compiti istituzionali e degli ambiti di intervento, offrendo la possibilità, sul piano pratico, di svolgere attività di progettazione di interventi, di accoglienza utenti, di somministrazione di questionari di gradimento, di analisi e valutazione qualitativa di dati, come ad esempio le interviste rivolte alle donne in attesa dell’esame o agli utenti partecipanti ai corsi di accompagnamento-nascita ed i gruppi-adozione.

Le attività nel loro svolgimento sono state coordinate da diverse figure professionali, che hanno supportato le differenti fasi di informazione e formazione professionale, determinando la buona riuscita dell’iter progettuale: il prof. Francesco Antonio Prudenzano, tutor interno del Liceo manduriano, la dirigente dott.ssa Genoveffa De Quarto, tutor esterna del percorso, la ginecologa, dott.ssa Carmina Ferone, e le ostetriche, dott.sse M. Cristina Colle e Enza Vacca.

Notevolmente positivo finora è stato il riscontro dei ragazzi liceali che hanno avuto la possibilità di vivere in prima persona la realtà della sanità locale e, in particolare, di conoscere il supporto che il Consultorio offre alle donne a scopo preventivo, per la diagnostica di eventuali patologie, oppure durante le diverse fasi della gravidanza.

Motivo di crescita sono stati, inoltre, i diversi apporti giunti dalle Associazioni esterne, che hanno collaborato con il Centro, in particolare nella giornata del 9 maggio, durante la quale gli studenti hanno dialogato, raccogliendo le testimonianze di alcune madri adottive, nonché delle fondatrici dell’associazione Genitoriamo. Fondamentale è stato il loro intervento per offrire ai giovani gli strumenti di interazione professionale, facendoli allo stesso tempo riflettere sul delicato tema sociale dell’adozione: nell’incontro si è, infatti, spaziato dalla descrizione del logo rappresentativo, nato dall’inventiva di una bimba nel rappresentare la sua mamma adottiva in “dolce” attesa, fino al commento guidato dell’evoluzione dei vari articoli di legge riguardo l’affido nel corso della storia.

A suggellare il percorso formativo, nella mattina dell’11 maggio, sono intervenute le rappresentanze  dell’ Associazione Alzaia Onlus, che, grazie all’intervento dell’attrice barese Daniela Baldassarra, hanno posto l’attenzione sui fenomeni di violazione dei diritti della persona, dando particolare accento ai casi di donne e minori che hanno subito violenza o maltrattamenti, ai quali va restituita dignità, rispetto e fiducia in loro stessi.

Nel corso dell’incontro sono state, inoltre, proposte agli studenti in Asl alcune suggestioni con lo scopo di sensibilizzare le nuove generazioni all’argomento. La risposta degli studenti del Liceo De Sanctis Galilei all’esperienza maturata in questi mesi, motivo di orgoglio per l’istituto manduriano, sempre pronto, grazie all’azione manageriale del dirigente scolastico, prof.ssa Maria Maddalena Di Maglie, ad offrire nuovi percorsi formativi, professionalizzanti, motivanti e interessanti, coincide con l’empatico mesaggio finale lanciato dall’attrice a chiusura dei lavori: La regione della cultura è il cuore.

Silvia Ferretti, Valentina Sammarco

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

25 Agosto ritorna “Attacco a Maruggio”

Torna a rivivere una delle pagine più importanti della sua storia, il piccolo borgo di …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

La Voce di Maruggio è Stephen Fry grazie per la cache a WP Super Cache