giovedì 15 novembre, 2018 - 11:14:47
Home > Cronaca > «Yara è stata uccisa» Immigrato fermato per omicidio

«Yara è stata uccisa» Immigrato fermato per omicidio

«Yara è stata uccisa» Immigrato fermato per omicidioL’uomo è stato bloccato mentre tentava di lasciare l’Italia su un traghetto. Si cerca il corpo della tredicenne
MILANO – Drammatica svolta nelle indagini sulla piccola Yara: la tredicenne scomparsa nove giorni fa da Brembate Sopra (Bergamo) sarebbe stata uccisa ed il suo corpicino nascosto da qualche parte. E’ stato fermato domenica mattina, con l’accusa di omicidio, sequestro di persona e cccultamento di cadavere il marocchino 23enne bloccato sabato sera dai carabinieri mentre cercava di lasciare l’Italia a bordo del traghetto Berkane, diretto a Tangeri, in Marocco. L’immigrato è arrivato nella caserma del Comando provinciale dei carabinieri di Bergamo, in via delle Valli, intorno alle 23 di sabato. E’ in corso il suo interrogatorio, pare nel carcere di Bergamo di via Gleno, da parte dei carabinieri e del pm Letizia Ruggeri. In un primo tempo si era parlato anche del fermo di un italiano, ma la circostanza è stata poi smentita dagli inquirenti.
L’INTERCETTAZIONE – «Che Allah mi perdoni, ma non l’ho uccisa io». Secondo indiscrezioni, sarebbe stata questa frase, intercettata al telefono, a convincere i Carabinieri che investigavano sulla scomparsa di Yara Gambirasio della responsabilità del marocchino. Pare che i sospetti fossero indirizzati nei suoi confronti quando l’uomo si è assentato dal lavoro nei giorni successivi alla scomparsa di Yara. L’uomo lavorava proprio nel cantiere del centro commerciale di Mapello dove i cani avevano più volte condotto gli investigatori. Sul marocchino si sarebbe indirizzata l’attenzione degli inquirenti quando l’uomo ha lasciato il suo luogo di lavoro e residenza abituale ed è partito per Genova, con l’intenzione di imbarcarsi sul traghetto diretto in Marocco. A quel punto è scattato il blitz per impedire la fuga. Accertamenti sono tuttora in corso sull’eventuale presenza di complici.

Fonte: CorrieredellaSera.it

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

La scomparsa di un Grande Amico, buon viaggio Giro Melis

Ho appreso poco fa’ della scomparsa improvvisa di una persona a me cara, Girolamo Melis, …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.