lunedì 14 Ottobre, 2019 - 14:54:50
Home > Rubriche > Visti in rete > Gasdotto: Taranta voglia di lei, il tormentone ‘no-Tap’ di Pinuccio

Gasdotto: Taranta voglia di lei, il tormentone ‘no-Tap’ di Pinuccio

i primitivi di ManduriaLa pizzica come non l’avete mai vista nella rivisitazione dei Primitivi di Manduria

Come prendere in giro, in un colpo solo, i Pooh, i Negramaro, le vacanze in Salento e, soprattutto, i tarantolati che da qualche anno si ritrovano in Puglia ad agosto per la tradizionale Notte danzante di Melpignano.

‘Taranta voglia di lei’ è l’inno anti-pizzica, a base di ironia, gonnelloni e taburelli, di Pinuccio e i suoi Primitivi di Manduria che, proprio come i Negramaro, citati nella canzone, prendono il nome da un vino pugliese.

“Per andare a Melpignano ho parcheggiato un po’ lontano”, si lamenta lui, mentre la sua lei insiste per partecipare, a qualunque costo, alla Notte della Taranta.

“Per lu mare dellu salentu me sta bene l’esaurimentu” è il ritornello che si candida a diventare il tormentone dell’estate made in Puglia.

Nello stile satirico di Pinuccio (Alessio Giannone), abile nel mischiare continuamente ‘alto’ e ‘basso’, tra un pasticciotto ed una frisa, nel testo spunta anche la Tap: “Mentre stavo sul canotto ho pescato un gasdotto”, proprio quello al centro della battaglia No-Tap in Salento.

Fonte: Ansa

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Racconto Eduardo de Filippo. Un personaggio inquieto della vita in teatro a 35 anni dalla morte e verso i 120 anni dalla nascita

“Voi sapete che io ho la nomina (non di senatore, per carità) che sono un …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.