giovedì 19 Maggio, 2022 - 10:55:52

Approvata la Legge Salvamare. Sergio Costa: “Felicissimo, la legge fa bene al mare e all’Italia”

Approvata la Legge Salvamare. Sergio Costa: “Felicissimo, la legge fa bene al mare e all’Italia”

Passa il disegno di legge che consente ai pescatori di scaricare nei porti i rifiuti recuperati in mare. Il sì definitivo del Senato con 198 voti favorevoli, nessun contrario e 17 astenuti

L’aula del Senato ha approvato la Legge Salvamare, presentata nel 2018 dall’allora ministro dell’Ambiente, Sergio Costa. La norma permette ai pescatori che recuperano plastica in mare con le reti di portarla in porto, dove le autorità portuali devono conferirla nelle isole ecologiche e avviarla al riciclo. Fino ad oggi, i pescatori erano costretti a ributtare in mare la plastica pescata, per non essere denunciati penalmente per trasporto illegale di rifiuti. La norma vale anche per i laghi e i fiumi e disciplinerà anche l’attivazione di ulteriori campagne di sensibilizzazione e di attività di educazione ambientale nelle scuole e tra i cittadini.   Il Senato ha approvato in via definitiva il testo con 198 voti favorevoli, nessun contrario e 17 astenuti.

Approvata la Legge Salvamare. Sergio Costa: “Felicissimo, la legge fa bene al mare e all’Italia”

Ex Ministro Sergio Costa

Sono felicissimo, emozionato e commosso: dopo quasi 4 anni da quell’estate 2018, quando scrissi il Disegno di legge Governativo “SalvaMare”, oggi è diventato legge.
La perseveranza, la testardaggine, la voglia, la passione, con un pizzico di pazzia parlamentare, hanno trasformato un’idea in una legge che fa bene al mare e all’Italia.
Prima i pescatori e i cittadini che trovavano rifiuti in mare non potevano rimuoverli: era reato!!! Un assurdo. Tanti cittadini, tante associazioni ambientaliste (penso a Marevivo per esempio) e tante cooperative di pescatori mi hanno scritto per implorarmi al fine di trovare rimedio. Io e il mio staff ci mettemmo subito all’opera. Oggi ce l’abbiamo fatta.
Adesso chi raccoglie i rifiuti abbandonati in mare non commetterà più reato. Li potrà raccogliere e depositare gratuitamente nelle isole ecologiche appositamente approntate a cura delle Autorità portuali.
Questo si potrà fare anche lungo i fiumi, nelle lagune e nei laghi. Sarà sempre l’Autorità di gestione di quello specchio o corso d’acqua a prenderli gratuitamente.
Da oggi saranno possibili campagne di sensibilizzazione, di informazione, di partecipazione organizzate da cittadini volenterosi con l’aiuto dello Stato.
Da oggi l’Educazione Ambientale entra prepotentemente in tutte le scuole italiane. Prima era possibile, ma non obbligatorio. Da adesso si. Inoltre, tutte le scuole dovranno fare raccolta differenziata, con l’aiuto degli studenti.
Da oggi tutte le problematiche collegate alla desalinizzazione e la gestione delle relative salamoie saranno regolamentate in sede preventiva a determinate condizioni di sicurezza e sottoposte a Valutazione di Impatto Ambientale Nazionale.
Ci sono tante altre cose nella legge che segna una grande conquista per i cittadini e per chi ama il mare.
L’ho voluta, l’ho desiderata e, insieme a me, l’ha voluta e desiderata anche il Parlamento.
Finalmente una bella notizia di cui andare tutti fieri.
PS: senza alcune parlamentari (mie carissime amiche) non sarebbe stato possibile ottenere questo splendido risultato. I loro nomi e i loro volti rimangono scolpiti nel mio cuore per sempre.

Approvata la Legge Salvamare. Sergio Costa: “Felicissimo, la legge fa bene al mare e all’Italia”

Marevivo e la federazione del mare: “Una giornata storica”

Oggi, mercoledì 11 maggio, è una giornata storica per il mare e per il futuro dell’uomo sul Pianeta. Marevivo e Federazione del Mare, insieme ad Assonave, Assoporti, Confindustria Nautica, Confitarma, Federpesca, Lega Navale, Lega Italiana Vela, Stazione Zoologica Anton Dohrn e La Grande Onda accolgono con entusiasmo l’approvazione definitiva della Legge Salvamare insieme ai quasi 100.000 firmatari della petizione lanciata da Marevivo su Change.org.

Il Senato della Repubblica ha infatti approvato in via definitiva il Disegno di Legge “Disposizioni per il recupero dei rifiuti in mare e nelle acque interne e per la promozione dell’economia circolare (‘Legge Salvamare’)” in seguito alle modifiche apportate in sede legislativa alla Camera lo scorso aprile.

Finalmente, dopo la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, il nostro Paese disporrà di uno strumento efficace e concreto, richiesto anche dall’Unione europea, che consentirà ai pescatori di portare a terra la plastica recuperata con le reti invece di scaricarla in mare, azione che prima costituiva il reato di trasporto illecito di rifiuti. La legge, inoltre, prevede l’installazione di sistemi di raccolta alla foce dei fiumi per intercettare la plastica prima che arrivi in mare e si occupa anche di dissalatori, educazione, campagne di pulizia, Posidonia oceanica e tanto altro.

“È una grande vittoria: per il nostro mare, per il nostro Paese, per i nostri cittadini – afferma Rosalba Giugni, Presidente di Marevivo – Grazie a questa legge, avremo più forza per ripulire il mare dalla plastica, una vera piaga per l’ecosistema marino e non solo. Le microplastiche, infatti, sono state trovate nella placenta delle donne, nel sangue e nel latte materno. Non c’è più tempo: dobbiamo agire tutti insieme. Il nostro futuro dipende dalla salute del mare e la salute del mare dipende da noi”.

“La Federazione del Mare e le sue organizzazioni federate – afferma il Presidente Mario Mattioli – sono orgogliose di aver sostenuto l’iniziativa di Marevivo e felici di aver contribuito al raggiungimento di questo importante risultato che tutto il mondo dell’economia del mare condivide e che certamente avrà un impatto ambientale immediato e concreto sulla salute dei nostri mari, laghi e fiumi, contribuendo a un ulteriore sviluppo dell’economia circolare”.

Facebook Comments Box

Notizie su Redazione

La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Consorzi di Bonifica commissariati, Cia Puglia: “Riforma e annullamento dei tributi”

Consorzi di Bonifica commissariati, Cia Puglia: “Riforma e annullamento dei tributi”

Incontro dei vertici CIA Puglia con il commissario straordinario Alfredo Borzillo Sicolo: “I Consorzi devono …