giovedì 03 Dicembre, 2020 - 16:54:45

Gianfranco Mele

Gianfranco Mele
Sociologo, studioso di tradizioni popolari, etnografia e storia locale, si è occupato anche di tematiche sociali, ambiente, biodiversità. Ha pubblicato ricerche, articoli e saggi su riviste a carattere scientifico e divulgativo, quotidiani, periodici, libri, testate online. Sono apparsi suoi contributi nella collana Salute e Società edita da Franco Angeli, sulla rivista Il Delfino e la Mezzaluna e sul portale della Fondazione Terra d'Otranto, sulla rivista Altrove edita da S:I.S.S.C., sulle riviste telematiche Psychomedia, Cultura Salentina, sul Bollettino per le Farmacodipendenze e l' Alcolismo edito da Ministero della Salute – U.N.I.C.R.I., sulla rivista Terre del Primitivo, su vari organi di stampa, blog e siti web. Ha collaborato ad attività, studi, convegni e ricerche con S.I.S.S.C. - Società Italiana per lo Studio sugli Stati di Coscienza, Gruppo S.I.M.S. (Studio e Intervento Malattie Sociali), e vari altri enti, società scientifiche, gruppi di studio ed associazioni.

La Mandragora: credenze magiche e mitologiche, diffusione nel territorio pugliese, curiosità varie

N.B.: le notizie, i preparati e le ricette inserite in questo articolo hanno unicamente valenza documentaria antropologico-folkloristica: non sono in alcun modo da considerarsi praticabili o sperimentabili. La Mandragora autumnalis, in particolare, è una solanacea dagli effetti estremamente pericolosi (vari effetti neurotossici, fino all’arresto cardiaco: si rimanda per info dettagliate …

Continua »

IL CISTO (“MUCCHIU”) NELLA TRADIZIONE

La pianta del cisto, tipica della macchia mediterranea e della gariga, è conosciuta, in Salento e in tutta la Puglia, soprattutto perchè sotto la sua chioma ospita un fungo molto apprezzato nella tradizione locale, il Lactarius tesquorum detto, nei vari dialetti, “amarieddhu”, “mucchiarieddu”, “mucchiarùlu”, “marieddhu” etc. I termini “mucchiarieddu”, “mucchiarulu” …

Continua »

UNA COMUNISSIMA E BISTRATTATA PIANTA: L’INULA. CURIOSITA’, VIRTU’ E IMPIEGHI TRADIZIONALI

N.B.: le notizie inserite in questo articolo e le preparazioni citate hanno unicamente valenza documentaria antropologico-folkloristica Parliamo in questo articolo di un genere di piante, le Inule, comunissime nella nostra zona e un pò in tutta Italia, per riscoprirne impieghi antichi e recenti. Si tratta di piante spesso oggetto di …

Continua »

LU “MUCCHIARIEDDU” (Lactarius tesquorum Malençon): commestibile nella storia e nella tradizione locale ma non inserito nelle liste “ufficiali” dei funghi commestibili

  Classe Basidiomycetes, Ordine Russulales, Famiglia Russulaceae, Genere Lactarius, Sezione Piperites, Sottosezione Piperites. L’habitat di questo fungo è la macchia mediterranea nella quale si riproduce, dall’autunno all’inverno, in simbiosi con il Cisto (Cistus creticus, Cistus monspeliensis, Cistus salvifolius). Etimologia: Lactarius = “che ha attinenza col latte, che contiene latte”, in …

Continua »

Il Ginepro tra tradizione, usi medici e magici: curiosità nel salento e altrove

N.B.: le notizie, i preparati e le ricette inserite in questo articolo hanno unicamente valenza documentaria antropologico-folkloristica: non sono in alcun modo da considerarsi praticabili o sperimentabili. Nel Salento, e in particolare nei tratti di macchia litoranea, sono frequentemente presenti il ginepro coccolone (Juniperus oxycedrus subsp. macrocarpa) e il ginepro …

Continua »

La Cornula (Carrubo) nella tradizione

  Il Carrubo (nome botanico: Ceratonia siliqua, fam. Fabaceae) è un albero sempreverde che può raggiungere i 20 metri di altezza. Tipico della macchia più arida (si ritrova sia allo stato spontaneo che coltivato), fiorisce da settembre a novembre e genera il caratteristico frutto di colore bruno, dal tipico aspetto …

Continua »