sabato 02 Marzo, 2024 - 0:44:23

Tonino Filomena

Tonino Filomena
Tonino Filomena, scrittore e storico documentarista. Attratto dallo studio della Storia e dalle vicende umane ad essa collegate, in particolare del Novecento, dopo essere stato allievo di Tommaso Pedio e Indro Montanelli, conseguendo giovanissimo la laurea in Scienze Politiche, ha iniziato a occuparsi di storia patria documentando e illustrando la vita della sua città natale (Maruggio). È membro della Società di Storia Patria per la Puglia, presidente regionale del Sindacato Libero Scrittori Italiani, Testimonial Albo d’Oro del Comitato Scientifico No Lombroso di Torino; già Socio ordinario dell’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano e Segretario Nazionale dell'Istituto Nazionale Minoranze Etnico-Linguistiche in Italia presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali. E’ autore di numerosi saggi, tra cui: Maruggesi nel primo Novecento. Il relitto della Madonnina. Guida a Maruggio, dentro e oltre la storia. Attacco a Maruggio. Paese nostro povero ma bello. Gli occhi della memoria. Nel ventre della Balena Bianca. Così parlò Bilbo. Il soldato contadino e l'ultima sua opera L'infanzia perduta, edita da La Voce di Maruggio.

Rileggere Carducci: critica alle espressioni antimeridionaliste nel contesto letterario dell’Ottocento

Giosuè Carducci, premio Nobel per la letteratura nel 1906, è stato uno dei più grandi poeti italiani dell’Ottocento. Tuttavia, è importante notare che, come molti intellettuali del suo tempo, Carducci ha espresso opinioni e punti di vista che oggi sarebbero considerati inaccettabili e razzisti. Uno dei passaggi più citati in …

Continua »

Sanità a Maruggio sull’orlo del precipizio, Ippocrate si rivolta nella sua tomba mentre la burocrazia Impera

Nel suggestivo paesello di Maruggio uno dei più bei Borghi d’Italia, si stende un’ombra inquietante sulla sanità pubblica, minando i valori che l’antico e illustre medico Ippocrate ha strenuamente difeso. Questa “oscurità” non è altro che la burocrazia, la cui natura corroditrice sembra minacciare la qualità dell’assistenza medica e l’integrità …

Continua »

Sulle orme del Brigante Pizzichicchio

Era un temuto capobrigante, anche nella sua vita da vagabondo, ma rimaneva sempre elegante nel suo originale abbigliamento: indossava una giacca a doppio petto, una camicia bianca e un cappello cilindrico con un pomello che pendeva sulla destra. Era odiato dai proprietari terrieri, ma amato dai contadini e considerato un …

Continua »

Ci mancherà il nostro Peppino!

Mi mancherà il nostro Peppino. Ci mancherà. Veniva indicato semplicemente con il suo nome: Peppino. Aveva la mente sveglia, la memoria visiva ferrea. Era un simpatico “irregolare”, libero da ogni convenzione. Lo incontravi e ti accarezzava con uno sguardo, un sorriso, un gesto, talvolta con uno strillo. Veniva amato da …

Continua »

Maruggio: iniziati i lavori per l’abbattimento della vecchia “piazza coperta”

Maruggio –  Dopo 64 anni dalla sua geniale “invenzione”, quel disonorevole, vergognoso e fatiscente edificio (“mercato coperto”) addossato allo storico monumento dell’ex convento (oggi Municipio), finalmente verrà abbattuto, grazie all’azione decisionista del nostro sindaco e a dispetto anche della Soprintendenza per i Beni Artistici che all’epoca ne aveva autorizzata la …

Continua »

Tonino Filomena: « Ciao Ninì, primo sindaco d’Italia della Grande “Fiamma Tricolore”»

  L’amico Ninì Del Prete, protagonista dell’Altra Destra, già dirigente nazionale e parlamentare del Movimento Sociale Italiano (MSI), lo voglio ricordare attraverso due foto che lo vide protagonista e costruttore della nostra Terra. Egli è stato uomo di fiducia di Giorgio Almirante e “amico per la pelle” di Giuseppe Tatarella …

Continua »

C’era una volta il mio paese…

C’era una volta il mio paese… dove durante il giorno le polverose strade del borgo venivano percorse da un simpaticone venditore di scampoli di stoffe, aghi, ditali, pettinini, pettinesse e spagnolette di cotone… messi alla rinfusa sulla sua sgangherata carriola al suono della trombetta per richiamare, dopo due o tre …

Continua »

Scrittori non si nasce, si diventa!

Nota breve (senza polemica alcuna) indirizzata a taluni nostrani (per fortuna pochi) commentatori da strapazzo, denigratori delle altrui conoscenze e virtù. Cari opinionisti, non vi affaticate quando giudicate dall’apparenza, senza conoscere le altrui virtù. Ecco cosa facevano alcuni grandi scrittori prima di diventare famosi: barista, bigliettaio, lavapiatti. Hanno scritto libri …

Continua »