giovedì 28 Ottobre, 2021 - 20:36:32

Avetrana – Sfruttamento della prostituzione, denunciato un 31enne incensurato

cc03AVETRANA – I militari della stazione Carabinieri di Avetrana, al termine di articolata attività d’indagine, hanno denunciato in stato di libertà un 31enne, incensurato, poiché sorpreso mentre prelevava due giovani rumene dal loro domicilio, per condurle, a bordo della sua autovettura, nella vicina località balneare di Torre Lapillo del comune di Porto Cesareo (LE), luogo in cui le donne esercitavano la prostituzione.
I militari, che da diversi giorni monitoravano gli spostamenti dell’uomo, ieri mattina, dopo aver pedinato, a bordo di auto civetta, lungo tutto l’itinerario che dal comune di Avetrana conduce alla suddetta località balneare salentina, decidevano di intervenire, provvedendo a bloccare l’autovettura dove viaggiavano le due giovani ragazze ed il loro “protettore”, nel momento in cui queste scendevano dalla vettura, proprio sul luogo dove  quotidianamente esercitavano ” l’antica arte”.
Accompagnati in caserma, le due ragazze rumene sono state identificatele  ed espletate le formalità di rito, l’uomo è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Taranto, per favoreggiamento della prostituzione. Lo stesso è stato inoltre proposto al Questore della provincia di Taranto per il foglio di via obbligatorio dal comune di Avetrana, per tre anni.

Facebook Comments Box

Notizie su Redazione

La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Fragagnano: arrestato pregiudicato di nazionalità marocchina resosi responsabile di rapina aggravata nei confronti della propria convivente

Nel corso della serata del 22 ottobre 2021, i militari della Stazione Carabinieri di Fragagnano …

Un commento

  1. Basta con questo illogico reato di favoreggiamento dell’altrui prostituzione (articolo 3 n. 8 Legge 75/1958). Suggerisco di sollevare la questione di legittimità costituzionale della detta branchia normativa, poiché tale sembra in contrasto con gli articoli 3 comma primo, 13 comma primo e 17 comma primo della Costituzione Italiana, siccome le leggi devono essere uguali per tutti, la libertà personale è inviolabile ed i cittadini hanno diritto di riunirsi pacificamente e sen’armi. In più, l’articolo 3 della Convenzione ONU 1949-51 prevede il fatto illecito in esame solo dove lo permette la legislazione nazionale dello Stato che ha ratificato (l’Italia nel 1980) la succitata norma internazionale.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.