mercoledì 28 Ottobre, 2020 - 1:39:18

A Budapest inaugurata la prima statua al mondo dedicata a Bud Spencer

foto: Márk Mervai
A Budapest arriva la statua di Bud Spencer. La città ha scelto di celebrare l’attore scomparso il 27 giugno del 2016 con una scultura alta oltre due metri. Si tratta dell’ennesima dimostrazione di come l’amore per Carlo Pedersoli, conosciuto da tutti come Bud Spencer, non conosca confini.

L’attore infatti non era amato solamente in Italia, ma anche in tantissimi paesi fra cui l’Ungheria, in cui ha rappresentato un simbolo di libertà. Negli anni Sessanta e Settanta, quando nel paese vigeva il regime comunista, i film western di Terence Hill e Bud Spencer costituivano un momento di divertimento e svago, visto che le pellicole americane erano proibite e censurate.

Proprio per ricordare ciò che ha rappresentato l’attore per il paese, il sindaco di Budapest ha deciso di commissionare una statua che lo ricordasse. La scultura è stata inaugurata l’11 novembre ed è stata definita come “il primo monumento al mondo” dedicato all’attore.
Rappresenta l’artista vestito da cowboy, con una sella sulle spalle e un revolver nella fondina, è alta due metri e trenta ed è in bronzo. L’opera è stata realizzata dalla scultrice Szandra Tasnádi che ha confessato di essere una grande fan del Gigante Buono.

La statua si trova all’ingresso della fermata Corvin-negyed ed è stata inaugurata alla presenza del sindaco della città, Máté Kocsis. Durante la cerimonia, che è stata seguita da centinaia di persone, erano presenti anche i figli dell’attore: Cristiana, Diamante e Giuseppe Pedersoli. Sulla base del monumento c’è scritta una frase molto significativa: “mi sohasem veszekedtunk”, ossia “non abbiamo mai litigato”. Si tratta delle parole che Terence Hill, compagno di tante avventure dentro e fuori dallo schermo, ha scelto per ricordare Bud Spencer, in seguito alla sua scomparsa.

“Siamo onorate e grate, la statua gli rende giustizia, tanto era grande nella sua postura, così lo era nelle sue passione e nel suo cuore” hanno detto le figlie scoprendo la statua.

Fonte: supereva.it

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Avetrana, firmato il Patto per la sicurezza urbana

Il Comune partecipa al bando ministeriale per realizzare un impianto di videosorveglianza Prevenzione alle forme …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.