martedì 31 Gennaio, 2023 - 7:28:06

GdF Operazione “Attestati sterili”, falsi attestati per Operatore Socio Sanitario, cinque arresti. I nomi

GdF Operazione “Attestati sterili”, falsi attestati per Operatore Socio Sanitario, cinque arresti. I nomi

A “Maruggio e tantissimi altri giovani, in tutta Italia” hanno pagato a una Fondazione tremila euro a corso per essere riconosciuti come operatori socio sanitari, ma l’attestato rilasciato era falso: cinque persone sono state arrestate dai militari dei Comandi provinciali di Lecce e Brindisi della Guardia di Finanza.

I militari della Guardia di Finanza dei Comandi Provinciali di Lecce e Brindisi  hanno dato esecuzione nei giorni scorsi a un’ordinanza di custodia cautelare personale e reale, emessa dal Gip Laura Liguori, su richiesta della Procura della Repubblica nei confronti di 5 persone – nell’ambito dell’operazione denominata “Attestati sterili” – indagate per truffa aggravata, contraffazione di atti aventi valenza pubblica, falsità materiale e autoriciclaggio.

Sono stati disposti gli arresti domiciliari per Elsa Occhilupo, 35 anni di Brindisi; Fabio Di Maggio, 31 anni di Lecce originario di Manduria; Claudio Rusciano, 46 anni di Fragagnano ( Taranto) ; Michelangelo Sirsi, 53 anni di Fragagnano; Cosimo Di Giacomo, 54 anni di Sava.

Sono assistiti dagli avvocati Umberto Leo, Andrea Conte e Antonio Liaci.

Le indagini di polizia giudiziaria, in codelega con i Nas dei Carabinieri della “Capitale del Barocco”, coordinate dalla Pubblico Ministero, Donatina Buffelli , scaturiscono da alcune denunce presentate nei confronti di una fondazione organizzatrice di corsi per Operatori Socio Sanitario (O.S.S.) e Specializzato (O.S.S.S.) con sede, dapprima a Lecce e successivamente a Roma.

L’attività investigativa ha consentito di ricostruire ipotesi, penalmente rilevanti, nei confronti di 17 persone, 5 delle quali raggiunte dal provvedimento restrittivo odierno degli arresti domiciliari, che potrebbero essere parte di un’associazione a delinquere finalizzata alla truffa per la realizzazione di corsi ‘fittizi’ eseguiti anche in modalità online.

Nello specifico, la contestazione riguarda il rilascio di attestati ritenuti materialmente falsi, recanti loghi, immagini e timbri contraffatti dell’Unione Europea, delle Regioni Puglia, Abruzzo e Campania, del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, del Ministero dello Sviluppo Economico, a favore di ignari corsisti dislocati su tutto il territorio nazionale, convinti di poterli utilizzare per attività lavorative presso strutture sanitarie pubbliche e private.

 

Facebook Comments Box

Notizie su Redazione

La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

GUARDIA DI FINANZA TARANTO: CONTRASTO AI TRAFFICI ILLECITI - SEQUESTRATE SOSTANZE STUPEFACENTI E SEGNALATI 40 RESPONSABILI

GUARDIA DI FINANZA TARANTO: CONTRASTO AI TRAFFICI ILLECITI – SEQUESTRATE SOSTANZE STUPEFACENTI E SEGNALATI 40 RESPONSABILI

I Finanzieri del Comando Provinciale di Taranto hanno attuato sull’intero territorio provinciale una serie di …