giovedì 15 novembre, 2018 - 19:43:14
Home > Cultura e Eventi > I riti della Settimana Santa di Taranto anche a Reggio Emilia

I riti della Settimana Santa di Taranto anche a Reggio Emilia

Reggio Emilia – Un riuscitissimo incontro culturale sul  tema ” I Misteri – La Settimana Santa di Taranto ” si è tenuto sabato 16 aprile a Reggio Emilia  presso il teatro parrocchiale S. Anselmo. Un’iniziativa culturale, magistralmente organizzata dai tarantini del Circolo Taras residenti nella città emiliana . Nel corso dell’incontro è intervenuto Marcellino de Baggis  regista e produttore di “Mistero e Sgomento” un documentario, che è stato proiettato nella stessa serata,  che racconta i riti della Settimana Santa di Taranto . «Ho fatto un documentario su tutti i riti – ha spiegato il regista – nel film sono stati toccati tutti gli angoli: la lavanda dei piedi, il pellegrinaggio, le due processioni di giovedì e venerdì. Ho scelto la figura del troccolante, però, perché mi è sembrata quella più adatta per rappresentare il punto di vista che mi interessava. È un personaggio “di parte”, ha vissuto a Taranto ed i riti hanno segnato la sua vita e quella della sua famiglia. Ciò che dice lui corrisponde a quanto penso io». Una notevole partecipazione  di pubblico è intervenuto alla serata che, oltre a degustare i prodotti tipici pugliesi, ha potuto visitare  la bellissima mostra fotografica allestita  per l’occasione dai  soci del circolo  Pino Troncone e Paola Ruta. Tra le opere esposte  otto  fotografie del fotografo tarantino Sergio Malfatti. Il Presidente del Circolo Taras, Italo Conte,  ha ringraziato gli sponsor  e i suoi collaboratori per la bellissima serata che hanno regalato  a quanti sono intervenuti.

Fernando Filomena

“I riti non sono una semplice messinscena. Non sono una grande e lenta coreografia allestita per turisti e appassionati. Dentro i riti, tra i confratelli, c’è lo spirito di una città. Con tutte le sue benvenute contraddizioni. Ecco perché De Baggis ha scelto il “troccolante” come protagonista assoluto del suo documentario; perché lo sguardo schiacciato dal peso del cappuccio, pesante di tradizione e di nient’a ltro, è il più vero e diretto possibile. (Francesco Tanzarella sul  Corriere del Giorno del  23 marzo 2009)”



Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

La scomparsa di un Grande Amico, buon viaggio Giro Melis

Ho appreso poco fa’ della scomparsa improvvisa di una persona a me cara, Girolamo Melis, …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.