venerdì 27 Gennaio, 2023 - 8:21:27

Il successo del III ‘’Taranto Swing Festival’’

Il successo del III ‘’Taranto Swing Festival’’

Una grande festa che ha coinvolto e travolto una città: questo è stato il Taranto Swing Festival, la manifestazione la cui terza edizione si è tenuta nel weekend nel capoluogo jonico.

Il bilancio è sicuramente positivo: le due serate sulla Rotonda del Lungomare sono state un successo con altrettanti “sold out” dei numerosi posti a sedere, come i workshop di danza swing che, tenuti al Mon Reve Resort da alcuni degli insegnanti più famosi, hanno attirato a Taranto coppie di ballerini da tutta Europa e persino dall’Australia.

Soprattutto questa terza edizione, come ha più volte sottolineato il direttore artistico Nicky Pezzolla, ideatore del festival e presidente dell’Associazione Be Swing che l’organizza, è stata quella della “fine del proibizionismo” del ballo imposto dalla pandemia.

Così davanti all’enorme palco eretto sulla Rotonda è stata allestita una grande pista da ballo dove all’inizio delle serate sono state date lezioni gratuite di Lindy Hop, il ballo del sorriso, e poi durante i concerti si sono scatenati decine e decine di ballerini, i professionisti e i tantissimi appassionati che non vedevano l’ora di ballare tutti insieme senza più limitazioni: uno spettacolo nello spettacolo!

Perché questa è la autentica dimensione dello swing, un connubio indissolubile tra musica e ballo: nato nelle ballroom di Harlem e New Orleans, lo swing è poi diventato la colonna sonora dell’America che con spirito positivo reagì negli anni Trenta alla grande depressione, poi nel decennio seguente alla Seconda Guerra Mondiale.

Il successo del III ‘’Taranto Swing Festival’’

Questa è stata l’atmosfera che ha travolto le migliaia di persone accorse sulla Rotonda del Lungomare: sabato per il concerto gratuito di gratuito ‘Big Daddy and The Billy Bros Orchestra’, una serata che l’Associazione Be Swing ha voluto regalare a tutti i tarantini per far conoscere loro la cultura swing, e domenica con il concerto dell’inglese Si Cranstoun seguito da quello della band italiana “Jumpin Up”.Il successo del III ‘’Taranto Swing Festival’’

Il cantautore Si Cranstoun, accompagnato sul palco dai The Good Fellas, ha incantato il pubblico con i suoi brani che rappresentano un’inedita miscela di rock’n’roll, ska, reggae e rocking rhythm & blues, un mix che ha decretato il suo successo planetario nel panorama pop vintage.

Nel finale c’è stata consegna del Premio “Norma Miller”, istituito quest’anno da Be Swing e dedicato alla indiscussa Regina dello swing”, ultima testimone dell’epoca dello swing di Harlem degli anni ’30, icona indiscussa del lindy hop!

Sono stati premiati il Sindaco di Taranto Rinaldo Melucci e l’Assessore comunale alla Cultura e Spettacolo Fabiano Marti: quest’anno il patrocinio del Comune di Taranto è stato solo morale per le ben note vicende che nei mesi scorsi hanno privato la città di un governo, ma nelle due precedenti edizioni l’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Rinaldo Melucci aveva sostenuto la nascita del Taranto Swing Festival; con loro è stata premiata Teleperformance, il main sponsor di questa terza edizione in cui tantissime aziende ed esercizi commerciali non hanno fatto mancare il loro sostegno.Il successo del III ‘’Taranto Swing Festival’’

Archiviata questa terza edizione del Taranto Swing Festival, il direttore artistico Nicky Pezzolla ha già annunciato altre “sorprese” per questa calda estate appena iniziata…

Taranto Swing Festival 2022

Nato da un’idea del direttore artistico Nicky Pezzolla, il ‘Taranto Swing Festival’ è organizzato dall’Associazione ‘Be Swing’ con il patrocino del Comune di Taranto e della Regione Puglia, e in collaborazione con Mon Rêve Resort.

Main sponsor della terza edizione del ‘Taranto Swing Festival’ è la multinazionale Teleperformance, mentre sono partner della manifestazione Farmacie Alioth, Autoclub Group, Programma Sviluppo, Egoitaliano e i ‘20 amici del Festival’ commercianti Via Di Palma e del Borgo.

Sponsor sono Sonsi, Bardia Walter Costruzioni, MusicalStore2005, Torrefazione Salento, Agenzia Viaggi i Templari, Gelateria del Ponte, VirgoDent, Unipol Turco Assicurazioni, F.e.a.t., Springfield, Vision Ottica Saracino, Marturano Mat. Elettrico e Illuminazione, Euroansa, New Home, Gruppo Miccoli, Olindo Carni, Federaziende Taranto, Casarredo Caiazzo.

Partner tecnici, infine, sono Posizioni Note, Acqua Orsini, Aguaraja Park, Caseificio Vito Benedetto, Kahuna Poke, Anto Ristorante, Trattoria la Lamiodda, Panificio Denise di Leggieri Cosimo, Igraphicx, Provinciali e Service Plus, Mivà Taranto – Galleria IperCoop, Gelateria IceFashion, Cantine Palmieri Taranto, Ristorante ‘Moleque’ Taranto.

Artisti ed ospiti:

Nel bouquet di artisti del Taranto Swing Festival, quest’anno sono stati presenti Big Daddy and The Billy Bros Orchestra con Maurizio Meterangelo e Roberta Bevilacqua, gli Jumpin’ Up e i Rekkiabilly. Assieme a loro i DJ: Miss Pia Vintage Dj, Crazyfinger Ale G., Lady Swing Big Daddy, Nick Lametta, Dj Henry Sold Out e M.lle Swinguette.

I workshop di danza saranno curati da alcuni dei migliori insegnanti internazionali, i pluripremiati Dimitri Masotti e Alexsia Ghezzo, Charlotte Middlemeis e Joseph Sewell, Nejc Zupan e Gosia Aniolkowska, Enrico Conti e Chiara Lijoi, William Pisani e Alice Faraone, Livio Totteri e Morena Petrolati, e Sara Vianello.

L’associazione Be Swing

L’associazione Be Swing opera da tre anni nell’ambito dell’insegnamento delle danze Swing, primariamente il Lindy Hop, il ballo del sorriso; l’obiettivo della associazione è il recupero del carattere popolare e ‘di strada’ che in molti film viene rievocato: il suonare e il ballare in spazi pubblici, aperti, nelle strade e nelle piazze, in corrispondenza soprattutto di luoghi culturalmente significativi, nonché la valorizzazione della cultura legata alle danze swing, che pur arrivando da lontano, ha carattere universale, abbracciando trasversalmente nazioni, etnie ed eliminando barriere sociali. Be Swing si prodiga da tre anni nell’ organizzazione di esibizioni e concerti nelle piazze tarantine, attirando la curiosità e l’attenzione della cittadinanza che, fino ad ora ha risposto con piacere alle varie iniziative.

Facebook Comments Box

Notizie su Redazione

La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Incontri nelle scuole di Oria a parlare di legalità

Incontri nelle scuole di Oria a parlare di legalità

Incontri nelle scuole di Oria a parlare di legalità, incontri con i giovani e l’attesa …