sabato 27 Febbraio, 2021 - 7:25:18

Le figure femminili nel “Sortilegio” di Pierfranco Bruni

Le figure femminili nel "Sortilegio" di Pierfranco Bruni

Non si può non restare catturati dal “femineo ” di Pierfranco Bruni in “Il sortilegio della speranza” edito da Tabula Fati.
Dal suo ” Sortilegio della speranza”, emergono figure femminili di straordinaria potenza e capacità di fascinazione.
L’autore le ripercorre ritornando nei propri miti all’ immagine della madre, la madre che cura. Non solo. Si assiste ad una sorte di trasfigurazione dal piano individuale a quello cosmico: da madre, la figura femminile diventa archetipo della Grande Madre, a cui affidare la rinascita e il rinnovamento esistenziale.Le figure femminili nel "Sortilegio" di Pierfranco Bruni

La riflessione ontologica sul tempo, nel dialogo tra personaggi, si tramuta in parola poetica errante, oltre ogni coordinata spazio_temporale, oltre ogni razionale contraddizione, recuperando il senso al di là di ogni senso.
Il sortilegio è incantamento femineo, l’ oggetto da interpretare è la speranza, dono prometeico ancestrale, irrinunciabile e mai consolatorio. La parola di Bruni è qui cristallo evocatore di cristalli”

 Marianna Montagnolo

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

“Come Dante, Ferlinghetti è stato un outsider, un artista super partes”, scrisse Lucia Cucciarelli La scomparsa di Ferlinghetti nell’anno di Dante

“Come Dante, Ferlinghetti è stato un outsider, un artista super partes”, scrisse Lucia Cucciarelli La scomparsa di Ferlinghetti nell’anno di Dante

  Lawrence Monsanto Ferlinghetti, comparso recentemente, è una linea che diventa interlinea tra ricerca, tradizione …