domenica 17 Ottobre, 2021 - 8:41:55

Maruggio, il Consiglio Comunale approva il regolamento per rottamare le cartelle esattoriali

Il consiglio comunale di Maruggio, nella seduta del primo febbraio 2017, ha approvato  il “Regolamento per la definizione agevolata delle ingiunzioni fiscali“. Si tratta di un provvedimento che permetterà all’amministrazione comunale di recuperare i tributi non riscossi, agevolando le famiglie e gli imprenditori.

Ogni cittadino potrà definire in maniera agevolata i propri debiti, avendo la possibilità di escludere le sanzioni applicate ai provvedimenti d’ingiunzione fiscali notificati negli anni dal  2000 al 2016.

Potranno aderire tutti i contribuenti che entro il 31 Dicembre 2016 hanno ricevuto un’ingiunzione di pagamento (da Equitalia e/o da altri Enti accreditati dai Comuni per la riscossione dei tributi).

Il cittadino potrà richiedere, entro il 2 Maggio  2017, di pagare l’importo residuo del debito senza sanzioni e interessi di mora.

Si potranno programmare le rate, massimo  cinque, di cui il pagamento dell’ultima in scadenza non potrà avvenire oltre il limite massimo del 30 settembre 2018.

Sono escluse, dall’agevolazione, tutte quelle sanzioni diverse da quelle per violazioni tributarie.

Nel caso delle sanzioni per violazione del Codice della Strada, l’agevolazione si applica soltanto agli avvisi d’ingiunzione, con l’eliminazione degli interessi di mora.

[gview file=”http://www.lavocedimaruggio.it/wp/wp-content/uploads/2017/02/Schema-di-regolamento-definizione-agevolata.pdf”]

Calcola qui la tua rottamazione delle cartelle 

 

Facebook Comments Box

Notizie su Redazione

La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.