mercoledì 05 Ottobre, 2022 - 16:52:20

Moria Pinna Nobilis: morti più di 7.000 esemplari nel solo Mar Piccolo di Taranto

Moria Pinna Nobilis: morti più di 7.000 esemplari nel solo Mar Piccolo di Taranto

Uno studio di Medicina Veterinaria e Biologia dell’Università di Bari ha scoperto che la mortalità del mollusco Pinna Nobilis, specie bivalve protetta ma quasi estinta, è dovuta a un parassita, Haplosporidium pinnae.
Nell’ultimo anno, spiega l’Università, sono “morti più di 7.000 esemplari nel solo Mar Piccolo di Taranto ma questa moria dovuta alla parassitosi ha interessato ampie aree del Golfo” e di altri mari italiani, comprese aree protette “come Porto Cesareo e Tavolara”.

La ricercatrice Rossella Panarese, prima autrice di uno studio in stampa su Journal of Invertebrate Pathology, spiega che il protozoo flagellato del genere Haplosporidium è “presente nella ghiandola digestiva del bivalve e non gli consente di alimentarsi, portandolo a morte. Sembra arrivato dalle coste spagnole”. Alcuni molluschi ancora vitali sono al centro di un “attento monitoraggio”, mentre si cercano altri sopravvissuti, nell’auspicio di un ripopolamento “nel prossimo decennio”, grazie a questi pochi esemplari. (ANSA).

Facebook Comments Box

Notizie su Redazione

La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

CSV Taranto: venti anni con il Volontariato

CSV Taranto: venti anni con il Volontariato

Presentato il programma delle manifestazioni per il ventennale Quest’anno ricorrono i 20 anni di presenza …