martedì 20 novembre, 2018 - 12:44:29
Home > Cultura e Eventi > Pino Aprile incontra i liceali di Manduria

Pino Aprile incontra i liceali di Manduria

MANDURIA – 3 FEBBRAIO  – Il suo ultimo successo editoriale è ”Giù al Sud. Perché i terroni salveranno l’Italia”, libro che fa seguito a “Terroni”, divenuto un bestseller con più di 250.000 copie vendute. E’ originario di Gioia del Colle ma ha sempre guardato e descritto, da diverse prospettive, l’intero Sud Italia. Vicedirettore di Oggi e poi direttore di Gente, ha ricevuto nel novembre del 2011 il premio “Uomo ILICA 2011” (Italian Language Inter-Cultural Alliance).

Forse basta questo per descrivere Pino Aprile, un vanto per la nostra regione e per quella parte d’Italia che <<si è sempre sentita inferiore perché qualcuno ha contribuito a farla sentire tale>>.

Accolto da una platea numerosa e silente di studenti nell’auditorium del Liceo Scientifico “Galileo Galilei” di Manduria, il giornalista ha affrontato un tema scottante e attuale quale quello della cosiddetta “questione meridionale”. E lo ha fatto attraverso alcune ardite considerazioni:<<Al Sud non ci sono abbastanza treni e stiamo zitti, non ci sono aeroporti quanti ce ne sono al nord e  non ci ribelliamo. Perché?>>.

La domanda di Aprile risuona come una provocazione e, la spiegazione che egli stesso dà, lo conferma.

<<Bastano ventiquattro ore, o al massimo quarantotto, affinché chi si trova nella condizione di vinto si auto convinca di essere tale>> afferma il relatore, citando la “teoria del mondo giusto” per la quale chi pensa di essere vinto dopo un po’ è sicuro di valere di meno.

Ma la questione meridionale cos’è? <<E’ sentirsi meno importanti degli altri, meno meritevoli delle stesse attenzioni del resto del paese. E’ la condizione di disparità che vige da troppo tempo>>.

Nell’intervento di Pino Aprile non mancano, inoltre, riferimenti alla politica italiana perché ingiustamente: <<I fondi FAS per gli alluvionati sono giunti al Nord invece che al Sud>>.

Ma, dopo la precisa spiegazione, il giornalista residente ai Castelli Romani lancia la carica:<<Sarete voi>>afferma rivolgendosi ai giovani meridionali<<a salvare l’Italia!>>. Quello che sembra un paradosso assume ben presto i caratteri di una possibilità concreta di riscatto:<<Perché solo chi si trova in una condizione svantaggiosa ha la forza per lottare e solamente chi subisce ingiustizie ha il coraggio di combattere per l’equità. Il Sud è importante perché se deprimi una parte del sistema, l’intero sistema rallenta>>.

Ecco “perché i terroni salveranno l’Italia”.

Danilo Chiego

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Fortezze e Castelli di Puglia: Il Castello di Monopoli

  Fu l’Imperatore Carlo V ad ordinare la costruzione del Castello di Monopoli, nell’ambito della …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.