lunedì 21 Ottobre, 2019 - 2:41:50
Home > Cultura e Eventi > Cultura > Quando il teatro fa scuola l’Edipo re del Liceo De Sancits Galilei in scena al Tarentum di Taranto

Quando il teatro fa scuola l’Edipo re del Liceo De Sancits Galilei in scena al Tarentum di Taranto


Mercoledì 3 aprile, presso l’auditorium Tarentum di Taranto, gli studenti del Liceo De Sanctis Galilei di Manduria hanno aderito con passione, per la seconda volta, alla rete di scuole di Terra Jonica, per la realizzazione della II edizione del Festival della Cultura Classica della città di Taranto.

A dare il via allo spettacolo, alle ore 17:30, sono stati proprio gli alunni del Liceo manduriano, seguiti e preparati dalle docenti referenti dell’attività, professoressa Luana D’Aloja e dalla professoressa Giovanna Caforio. Al termine della loro esibizione, le luci dei riflettori sono passate sugli alunni del Liceo Aristosseno di Taranto, che hanno messo in scena il cortometraggio “ L’amore a Simposio” e l’opera teatrale “Lo Sbruffone” libero adattamento del “Miles Gloriosus” di Plauto.

La scelta del mito di Edipo, per gli studenti manduriani, risiede in ragioni sia di carattere artistico, sia socio-culturale: si tratta, infatti, di un’opera ricca di molteplici significati, che arricchisce l’autocoscienza di ciascuno. Essa è l’idea della misura greca, quella misura delfica del “nulla di troppo” e del “conosci te stesso”, capace di sancire il pio riconoscimento di una giustizia insita nelle cose, e, in definitiva, il reperimento dell’armonia tra se stessi e la vita.

La messa in scena è stata una replica della rappresentazione teatrale tenutasi durante l’anno scolastico 2017/2018, in occasione del progetto “Licei in scena”, che era stata premiata con la palma della vittoria, assegnata proprio all’interpretazione attoriale degli studenti, che, anche in questa occasione, hanno dimostrato grande impegno e concentrazione, immedesimandosi come veri e propri istrioni nel ruolo dei loro personaggi. Grande, pertanto, la soddisfazione dei giovani interpreti e dei docenti del Liceo, che portano a casa questa ennesima soddisfazione, frutto di impegno di squadra e determinazione, sostenuto in primis dal dirigente dell’istituzione scolastica, professoressa Maria Maddalena Di Maglie, che crede nelle possibilità formative offerte dall’arte teatrale, mirando a promuovere il benessere scolastico di discenti e docenti, attraverso la realizzazione di azioni didattico-educative ispirate ai valori del protagonismo degli studenti, della didattica inclusiva e della valorizzazione della scuola come comunità educante.

Silvia Lamusta, Alessia Pichierri, Valentina Polimeno

Foto di Ludovica Filomena

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Fiera Pessima: alcune osservazioni di Coldiretti, Legambiente e Popularia

Legambiente, Coldiretti e Popularia formulano alcune riflessioni sulla gestione della Fiera Pessima, e le inviano …