martedì 20 novembre, 2018 - 12:20:26
Home > Cronaca > Sequestrata l’ex Mongolfiera di Taranto, conteneva amianto

Sequestrata l’ex Mongolfiera di Taranto, conteneva amianto

area sequetrata mongolgiera tarantoTARANTO – I militari del nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza, con l’ausilio di personale appartenente al dipartimento prevenzione dell’asl di Taranto, all’esito di complesse ed articolate indagini condotte anche attraverso rilevamenti aerei effettuati con mezzi in dotazione alla sezione aerea di Bari, hanno eseguito un intervento di polizia economico-finanziaria finalizzato, altresi’, al rispetto delle normative vigenti in materia igienico-sanitaria, di tutela della salute pubblica e di polizia ambientale.

In particolare, l’operazione, rientrante in una programmata attivita’ congiunta con l’asl, ha interessato l’intero complesso immobiliare sul quale sorgeva “l’ex ipermercato mongolfiera”, ove e’ stato riscontrato uno scenario di degrado ambientale dovuto al completo stato di abbandono dell’area.

Da preliminari ed immediati approfondimenti, e’ emerso che i capannoni presenti nel sito erano interamente coperti con pannelli di ‘’eternit’’ danneggiati, ovvero pannelli costituiti da cemento e contenenti fino al 20% in peso di fibre di amianto.

L’esposizione all’azione degli agenti atmosferici, l’eta’ e lo stato di conservazione, ha determinato una progressiva disgregazione della superficie esterna dei pannelli con dispersione di fibre di amianto nell’ambiente, generando un potenziale pericolo per l’incolumita’ e la salute pubblica.

I capannoni, i parcheggi, i piazzali di carico e scarico merci, insistenti su un’area complessiva di circa 97.000 mq., si presentavano agli occhi dei militari come strutture fatiscenti, in assenza di alcun accorgimento utile alla loro messa in sicurezza ed atta a scongiurare la dispersione di fibre di amianto nell’ambiente circostante. Il valore dell’intera area sottoposta a sequestro ammonta a circa 14 milioni di euro.

Il responsabile è stato denunciato all’autorita’ giudiziaria per violazioni al testo unico in materia ambientale (d.l.vo 152/2006). le indagini sono tuttora in corso per accertare eventuali responsabilità connesse.

(Comunicato della Guardia di finanza)

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Fortezze e Castelli di Puglia: Il Castello di Monopoli

  Fu l’Imperatore Carlo V ad ordinare la costruzione del Castello di Monopoli, nell’ambito della …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.