giovedì 02 Dicembre, 2021 - 16:36:47

Spartan race Taranto, Steed vince tutto. In gara 4.000 atleti europei e anche da Usa- LE FOTO 

14937379_1849721191928460_6815567133445335899_n
Foto da Fb – Profilo Tristan Steed

Si è conclusa il 30 ottobre  scorso  a Taranto la grande gara ad ostacoli creata nel 2009 da Joe DeSena e Andy Weinberg, ex militari del Vermont. Spartan race che si è svolta per la prima volta a Taranto ha visto la presenza di circa 4mila atleti provenienti anche dagli Stati Uniti e da diversi paesi europei.

La manifestazione, organizzata da InnovAction 11 e sponsorizzata dalla Reebok, gode del patrocinio della Regione Puglia tramite Pugliapromozione e del Comune di Taranto ed è stata portata nel capoluogo ionico su iniziativa dell’associazione “Taranto città spartana”. Dalle arrampicate al trasporto di tronchi, dalla corsa nel fango al nuoto e al salto del fuoco: le prove di resistenza hanno attirato nell’area del parco Cimino migliaia di visitatori. L’inglese Tristan Steed ha vinto tutte le specialità nella categoria uomini della Spartan race, l’atleta  ha vinto le tre gare, guadagnano la “Trifecta”.

La classifica di Taranto

TARANTO > SUPER 30.10.2016

UOMINI
1. Tristan Steed            — 01.14.25
2. Eugenio Bianchi      — 01.15.46
3. Stefano Colombo     —01.16.02

DONNE
1. Agata Pietraszek      — 01.29.08
2. Ilaria Paltrinieri      — 01.42.00
3. Samantha Pauger   — 01.53.38

Documentiamo questo evento con i meravigliosi scatti di Domenico Semeraro

CHI E’ DOMENICO SEMERARO
Nasce nel 1967 a Monteiasi (TA), dove tuttora vive con la sua famiglia. Coltiva la passione per la fotografia da una decina d’anni, nei quali ha posto in pratica, grazie ad essa, le doti per le arti grafiche, di cui era già naturalmente in possesso, coniugandole con la scrittura della luce. Gli approcci con la pellicola sono stati pochi, mentre è con l’uso del digitale che realmente decide di acquisire tecnica ed esperienza, non limitandosi a generi specifici di fotografia, ma sperimentando i diversi campi, dalla ritrattistica alla paesaggistica, dallo still – life alla fotografia di teatro.

Particolare impronta d’esperienza è stata la partecipazione alle diverse manifestazioni rievocative che vedono la Puglia sempre più protagonista, grazie all’enorme bagaglio storico di epoca magno-greca, messapica e federiciana di cui la regione può vantarsi. La tecnica fotografica e di post-produzione sviluppata in quest’ambito gli ha restituito diversi positivi riscontri nell’ambito della critica fotografica.

Per tre anni consecutivi il calendario del torneo dei Rioni di Oria (BR) ha riportato le sue immagini nella maggior parte delle illustrazioni. La fotografia storico – rievocazionista lo affascina tanto da indurlo a partecipare, con riconosciuto successo da vincitore, ad un concorso svoltosi in una località veneta, terra sia di rievocazioni storiche che di affermati fotografi, proprio con una fotografia scattata ad Oria nel 2011.

Nel 2012 è nella giuria tecnica per l’esame delle opere nell’ambito della prima edizione del concorso fotografico legato al Torneo di Oria.

Della fotografia ama la possibilità di congelare un momento, di fissare un attimo. Ritiene che il fotografo, volendo, sarebbe in grado di regalare emozione senza necessariamente invadere la scena, anche restando in secondo piano.

 

Facebook Comments Box

Notizie su Redazione

La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Un 150 chili  di botti custoditi in due appartamenti: 58enne incensurato arrestato dalla Polizia di Stato

Con l’approssimarsi delle feste natalizie, si fa sempre più stringente l’attività di contrasto della Polizia …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.