martedì 20 Ottobre, 2020 - 17:08:16

Successo per la variopinta “Sagra della Contrada”

Chi dice mille, chi oltre millecinquecento, di sicuro c’era una autentica moltitudine di persone, con tantissime famiglie con bambini, ma anche comitive di anziani e gruppi di giovani, tutti insieme nella serata di ieri (domenica 27 settembre) ad affollare i piazzali di Pet Garden per la prima edizione della “Sagra della Contrada”.

È stata vinta la scommessa di alcuni imprenditori del territorio che hanno investito “di proprio”, senza un euro di finanziamento pubblico, per far ritornare in vita la “Sagra della contrada”, una grande festa in occasione della quale, fino agli anni Sessanta, le comunità di Leporano e di Talsano erano solite ritrovarsi in contrada Palumbo, a metà strada tra le due località, facendo festa e ballando al suono di buona musica.

La manifestazione si è svolta nei piazzali dell’attività commerciale Pet Garden che, nell’occasione, ha inaugurato il suo piccolo zoo didattico “donandolo” simbolicamente alle famiglie tarantine: un angolo di paradiso con un parco giochi per i più piccoli e, oltre a voliere con uccelli esotici, uno stagno con oche, anitre e cigni e, in ampi recinti, un daino, un pony, un asino, un cavallo e un ariete.

Per tutta la serata, oltre a rifocillarsi ai numerosi stand enogastronomici, tra questi quello di “Varvaglione Vigne & Vini”, le tantissime persone affluite hanno potuto ammirare anche un’esposizione di auto d’epoca e di biciclette storiche, nonché i manufatti del mercatino dell’artigianato.

La chiave del successo della manifestazione è stata proprio la scelta degli organizzatori, Pet Garden è stato sostenuto da altre aziende del territorio, quali De Quarto e Piccinni Costruzioni, di realizzare una “Sagra della Contrada” in grado di attrarre e accontentare un pubblico variegato, dai più piccoli fino agli anziani: i bambini nello zoo didattico con l’animazione di “C’era una volta”, le donne ad ammirare collane e orecchini nella mostra artigiana, gli uomini a “contemplare” le auto d’epoca.

Anche il programma musicale è stato estremamente vario, proponendo inizialmente i “ballabili” popolari con il cantautore salentino Enzo Petrachi, con la sua “Folk Band” e i ballerini di pizzica di “Addu’ sciamu sciamu”, e poi la Spider Band dell’Accademia Musicale “Francisco Tarrega” di Talsano con un programma che ha incontrato i gusti dei più giovani.

Un grande successo, unico neo la difficoltà nel trovare parcheggio a causa della grandissima affluenza di pubblico, per una manifestazione che è riuscita a riportare in vita una tradizione scomparsa da mezzo secolo dal territorio di Talsano e Leporano.

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Covid: festa con 400 persone, chiuso locale a Nardò

Durante un controllo volto a verificare il rispetto delle norme anti covid, venerdì sera  a …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.