sabato 27 Novembre, 2021 - 12:22:08

3 Febbraio – Avetrana (TA): “Falò di San Biagio” edizione 2018 | Il programma

Tutto inizia il 3 febbraio come ogni anno, dove ad Avetrana si festeggia San Biagio a cui i fedeli si rivolgono per invocare la guarigione delle malattie della gola.

Gli anziani del paese raccontano dei tanti miracoli del santo, tra cui il salvataggio di un bambino che stava soffocando per aver ingerito una lisca di pesce.

Ogni credente ad Avetrana custodisce una immagine di San Biagio in onore del quale arde una lampada ad olio che sembra abbia poteri miracolosi.

Quando qualcuno della famiglia ha a che fare con tosse, laringiti e faringiti, la donna più anziana intinge le dita nell’olio “miracoloso” ed unge la gola del malato per farlo guarire.

Nel giorno della festa del santo, 3 febbraio, ha luogo la benedizione della gola in chiesa, in concomitanza con la festa si accendeno dei falò nelle strade del paese, da qui deriva il nome dialettale di “San Biaggiu ti lu fuecu“.

Questa grande tradizione si può rivivere, grazie all’interessamento del comitato organizzatore della festa di San Biagio e alla sensibilità dei cittadini.

Oggi  3 febbraio 2018, infatti  ad Avetrana in provincia di Taranto si svolgerà, nella centralissima piazza Parlatano, la tradizionale manifestazione “I Falò di San Biagio”.

Il programma religioso, prevede alle ore 18.00, la solenne celebrazione eucaristica con il rito tradizionale della “Benedizione dell Gola”. A seguire, ci sarà la solenne processione lungo via Chiesa e Piazza Parlatano. Al rientro, benedizione del fuoco.

Per il programma civile, invece, alle ore 17.00 ci sarà la banda cittadina, un fornitissimo stand gastronomico e a fine serata, un grandioso spettacolo pirotecnico eseguito dalla ditta Bruscella Italian Fireworks Group da Modugno (BA).

Salvatore Cosma

 

Facebook Comments Box

Notizie su Salvatore Cosma

Laureato in Giurisprudenza presso l'Università di Lecce, originario di Avetrana, paese in cui sin da piccolo ha maturato la passione per la musica, in particolare lo studio del pianoforte, strumento che ha studiato diversi anni, parallelamente ha coltivato la passione per la lettura e la scrittura. Attualmente vive e lavora a Reggio Emilia conservando un forte legame con Avetrana, dove torna ogni volta che gli impegni di lavoro glielo consentono. Lavora in ambito sindacale. Si occupa principalmente della rappresentanza politica e sindacale/vertenziale dei lavoratori del settore edile nella provincia di Reggio Emilia. Appassionato di storia, cultura e tradizioni salentine.

Leggi anche

Carabinieri rinvengono reperti archeologici

I carabinieri della Sezione Operativa di Taranto, nel corso di uno specifico servizio di prevenzione …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.