giovedì 18 Luglio, 2019 - 2:30:59
Home > Rubriche > A Tavola con La Voce > 5 motivi per mangiare le fave fresche

5 motivi per mangiare le fave fresche

Le fave fresche sono fonti di vitamine, soprattutto la C e molte del gruppo B, di vitamina A ed E, e di minerali; buona la presenza di ferro, accompagnato da potassio, fosforo, calcio, sodio, magnesio, rame, selenio.

5 motivi per mangiare le fave fresche
1. Depurative. Svolgono un’azione depurativa e disintossicante per l’organismo: contengono una buona quantità di fibre, che favoriscono la salute dell’intestino, permettendo l’eliminazione delle tossine e la depurazione del sangue e dei reni.
2. Aiutano il metabolismo. L’acido folico e i componeneti delle fave partecipano al metabolismo, alla fornitura dell’energia necessaria al corpo e alla sintesi del DNA.
3. Benessere del cervello. Grazie alla vitamina B1 (detta anche “tiamina”), intervengono sul corretto funzionamento del sistema nervoso e aiutano a prevenirne le degenerazioni.
4. Difendono l’apparato cardiovascolare. Sono in grado di abbassare i livelli di colesterolo nel sangue e ottime per la salute del cuore.
5. Combattono la degenerazione ossea. Buone contro artrite e osteoporosi per il loro contenuto di sali minerali e vitamine.

Come mangiare le fave crude
Se sono appena colte e freschissime perché cucinarle? Le fave si mangiano anche crude con formaggi (la tradizione romana vuole il pecorino) e affettati di varia natura come la pancetta, ma anche in combinata con la finocchiona – il salume toscano – non vi deluderanno. Se volete potete mangiarle anche in ricche insalate condite a piacimento.

Ricordate: prima di mangiarle crude e fresche mondatele, estraendole dal baccello e privandole delle pellicine.

Ricetta Pugliese: Le Fave alla Poverella.
E’ una ricetta davvero deliziosa e facilissima da fare. Da servire come antipasto o contorno sfizioso, o come secondo vegetariano leggero.

Ingredienti

  • 500 g di fave fresche biologiche
  • 1 bicchiere di pangrattato (senza glutine per i Celiaci)
  • 1 bicchiere scarso di parmigiano grattugiato
  • 1/2 bicchiere scarso di limone o aceto
  • olio d’oliva
  • sale
  • peperoncino in polvere

Istruzioni

  1. Sbucciate le fave, togliendole dal baccello. Fatele cuocere per 10 minuti in acqua bollente. Scolatele e tenetele da parte.
  2. A parte preparate una salsa mescolando per bene in una ciotola olio, menta a pezzettini, parmigiano grattugiato, pangrattato, aglio, sale, peperoncino e limone (o aceto).
  3. Unite le fave e la salsa, mescolate per bene, coprite con la pellicola e mettete in frigo per almeno 2 ore. Il piatto va servito freddo.

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Stipendi inferiori al contratto, arrestato amministratore di cooperativa che gestiva asili nido

Estorsione continuata ai danni di 11 dipendenti. E’ l’accusa con cui è stato arrestato e …