venerdì 23 Ottobre, 2020 - 8:06:31

A Sava studenti a lezione di legalità! Giovedì 20 febbraio, presso l’I.I.S.S. “Del Prete-Falcone” di Sava si terrà il workshop la “Giornata della Legalità”.

Per una mattina a Sava gli studenti saranno protagonisti di un percorso didattico per prendere coscienza del valore della legalità nella società civile: a partire dalle ore 9.00 di giovedì 20 febbraio, presso l’I.I.S.S. “Del Prete-Falcone” di Sava si terrà il workshop la “Giornata della Legalità”.

La manifestazione è organizzata dal Consiglio Provinciale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro e dall’I.I.S.S. “Del Prete-Falcone” di Sava, con il patrocinio morale dell’Ordine degli Avvocati di Taranto e del Comune di Sava.

“Lavoriamo per la legalità. Per una diffusione del valore della legalità nel mondo del lavoro”: questo il sottotitolo scelto per l’iniziativa, un format elaborato a livello nazionale dalla Fondazione Studi Consulenti del Lavoro per promuovere la legalità nelle scuole italiane.

A Sava i lavori, moderati da Lucia J. Iaia, giornalista de Il Nuovo Quotidiano di Puglia, inizieranno con un intervento introduttivo e la presentazione dei relatori: Dario Iaia, Sindaco di Sava, Giovanni Prudenzano, presidente dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, Fedele Moretti, Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Taranto, e Alessandro Pagano, Dirigente scolastico l’I.I.S.S. “Del Prete-Falcone”.

Dopo la proiezione di un video cartone sul lavoro costituzionale, si svilupperà il workshop “Gli attori protagonisti nel contrasto alle mafie: istituzioni, società civile e professionisti”.

Si inizia con una video-intervista ad Antonino Bartuccio in cui racconta la sua storia: professionista ed ex sindaco di Rizziconi, paese in provincia di Reggio Calabria, nel 2014 ha denunciato all’autorità giudiziaria le infiltrazioni e le intimidazioni della ‘ndrangheta sul suo Consiglio comunale. Una scelta coraggiosa e al tempo stesso difficile, che ha avuto notevoli conseguenze sulla sua quotidianità e su quella della sua famiglia nel momento in cui è diventato testimone di giustizia e ha deciso di continuare a vivere nella sua città. La video testimonianza sarà commentata dai presenti dando così vita a un dibattito.

Da questo momento gli studenti dell’I.I.S.S. “Del Prete-Falcone” diventano i veri protagonisti del workshop: dopo una sessione Q&A, con i giovani si svilupperà una sessione interattiva: saranno divisi in squadre che parteciperanno al gioco “Generazione legalità”, un percorso con giochi di ruolo e la produzione, cartacea ed elettronica, di idee sulla legalità da parte degli studenti con il supporto dei docenti.

Giovanni Prudenzano

Dopo la distribuzione di un questionario sulla legalità, i cui risultati saranno elaborati in seguito, la visione degli elaborati elettronici, preparati dagli studenti nella precedente sessione interattiva, terminerà il workshop.

Annunciando l’iniziativa Giovanni Prudenzano, presidente dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, ha spiegato che «noi professionisti abbiamo il compito di contribuire all’eliminazione della cultura mafiosa. C’è chi fa parte di organizzazioni e chi anche solo tacendo o assecondando partecipa alla creazione di un terreno fertile per queste realtà. Il nostro contributo può nascere qui. Nel nostro lavoro di tutti i giorni. Evitando persone, evitando di acconsentire a lavorare per attività inopportune, se necessario».

Giovanni Prudenzano ha concluso affermando che «l’illegalità si manifesta in più forme. Sempre più complesse. La funzione di noi Consulenti del Lavoro, pur non essendo in maniera diretta quella di combattere le mafie, presuppone una volontà di mantenere la legalità proprio all’interno del mondo del lavoro, applicando le leggi che lo regolano».

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Covid: festa con 400 persone, chiuso locale a Nardò

Durante un controllo volto a verificare il rispetto delle norme anti covid, venerdì sera  a …