giovedì 15 novembre, 2018 - 9:05:37
Home > Rubriche > Come Eravamo > Anni ’70 chi ricorda le battaglie delle bande di bambini?

Anni ’70 chi ricorda le battaglie delle bande di bambini?

Le battaglie fra le numerose bande dei bambini degli anni ’60 e ’70 avvenivano di solito durante un certo periodo dell’anno (il cosiddetto periodo delle ostilità) tra gli eserciti di due strade o di due palazzi differenti.

Le armi in uso ai ‘soldati’ erano molteplici: sassi e pietre lanciati sia a mano oppure con fucili di legno azionati da elastici fatti con camere d’aria di biciclette (il cane del fucile era formato da semplici mollette della biancheria, bastava aprire la molletta e paf! L’elastico lanciava sassi e pietre a distanza considerevole), spade di legno, lance di canna, fionde.

Gli agguati erano molti e cruenti, i prigionieri venivano sottoposti alle cosiddette ‘torture’, consistenti in vari supplizi (dal gavettone ai pizzicotti, alle lucertole morte, eccetera) e in seguito rilasciati dopo breve e dolorosa prigionia in qualche stanza di case abbandonate, oppure scambiati con altri ostaggi.

In seguito le battaglie lasciarono il passo a più pacifiche partite di pallone tra ragazzi dei palazzi, anche se molte volte finivano in rissa e scazzottate varie.

Ricordiamo la banda “Marcota”, “Cumentu! “Shangai”.

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

La scomparsa di un Grande Amico, buon viaggio Giro Melis

Ho appreso poco fa’ della scomparsa improvvisa di una persona a me cara, Girolamo Melis, …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.