martedì 11 Maggio, 2021 - 22:09:29

Avvelenato Kaos, il cane pastore che salvò vite sotto le macerie di Amatrice e Rigopiano

Avvelenato Kaos, il cane pastore che salvò vite sotto le macerie di Amatrice e Rigopiano

“Ciao amico”, scrive il suo addestratore che al suo fianco riportò speranza nei luoghi pervasi dalla morte come Amatrice, L’Aquila e Rigopiano

Dopo la tragicità del terremoto che distrusse Amatrice, dopo la slavina che seminò la morte al Rigopiano, Kaos portò la speranza, diede speranza. Non aveva la parola ma la diede a chi pensò di essere ad un passo dal perderla per sempre. Non ci sono parole per il dolore con cui si apprende della morte di Kaos, il cane eroe protagonista di più salvataggi, avvelenato nel giardino della sua abitazione.

Ucciso per mano dell’uomo, l’essere per il quale rischiò la sua stessa vita. Di uomini infatti Kaos ne ha salvati tanti. Fu un eroe tra le macerie di Amatrice, quando senza paura scavò tra le macerie riportando alla luce uno dopo l’altra le persone che vi rimasero intrappolate. Fu un eroe anche tra i resti dell’Hotel Rigopiano quando fiutò la vita sotto centimetri e centimetri di neve. La sua vita eroica è stata però troncata dalla bestia potenzialmente più pericolosa, l’uomo. Un boccone avvelenato lanciato nel giardino ha spezzato la vita di Kaos, il cane eroe che oggi viene ricordato con strazio dal suo addestratore, amico Fabiano Ettorre.

Non provare odio per chi ti ha fatto ciò“
“Ciao amico mio !!!!! Hai lasciato un vuoto incolmabile per mano di una persona meschina .. continua il tuo lavoro lassù continua a cercare dispersi, a salvare vite umane… – scrive Fabiano Ettorre su Facebook, lasciando intendere la morte non per cause naturali – Non provare odio per chi ti ha fatto ciò, anzi se un domani avrà bisogno aiutalo sii superiore e quanto ti guarderà negli occhi e vedrà che sei tu il suo Salvatore morirà lentamente da solo“.

Parole strazianti per un dolore con trova conforto: “Hai lavorato giorno e notte, quando è servito non ti sei mai risparmiato .. sei stato un amico fedele abbiamo condiviso e diviso casa.. divano .. tutto .. corri amico mio corri non ti fermare un giorno ci abbracceremo nuovamente“.

Chiara Suriano su www.thesocialpost.it

 

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Estratti dal web. Più rispetto per i negri - Marcello Veneziani

Estratti dal web. Più rispetto per i negri – Marcello Veneziani

Ieri mi ha fermato un africano per vendermi qualcosa e mi ha detto “Fratello bianco”. …