sabato 16 Novembre, 2019 - 22:50:36
Home > La Voce > Locali > AZIONE MESSAPICA: La pazienza è finita, il problema inquinamento dell’aria va risolto!

AZIONE MESSAPICA: La pazienza è finita, il problema inquinamento dell’aria va risolto!

A Manduria, come noto, i Commissari Straordinari sono rivestiti del potere di Tutela della salute pubblica e della sicurezza urbana. Ebbene, Azione Messapica chiede agli stessi di far luce una volta per tutte, informare i cittadini e risolvere radicalmente un problemi non più tollerabile: sono anni che Manduria sopporta, suo malgrado, odori acri che invadono le piazze, le strade, le abitazioni e riempiono i polmoni di sostanze non definite. Sono anni che le associazioni manifestano dissenso e i cittadini soffrono e si lamentano. Si è fatta finanche una manifestazione cittadina, un pubblico corteo (disertato dai Commissari) ed un esposto firmato da oltre venti associazioni e comitati, ad oggi pendente presso la Procura della Repubblica. Nulla è cambiato, anzi si: da mesi, gli odori avvolgono con forza maggiore e molto più spesso il nostro Territorio, le nostre case, i nostri polmoni. Recentemente l’incendio nell’impianto Eden ’94, società privata, del quale ha dato ampia notizia la stampa, sembra la prova che nulla sia stato controllato, verificato, messo in sicurezza. Cosa deve pensare il cittadino in merito alla regolarità degli impianti nei quali ormai mezza Regione viene a scaricare i propri rifiuti??
Chi preposto al controllo deve tempestivamente intervenire!

In un recentissimo articolo, il consigliere regionale Morgante ha dichiarato che per “l’inerzia del Comune si rischia di perdere lo stanziamento previsto per la messa in sicurezza della vecchia discarica “Li Cicci”…
La pazienza dei cittadini di Manduria ha superato ogni limite; Azione Messapica chiede una volta per tutte a chi di competenza, a chi ha responsabilità su questo disastro ambientale che viviamo ogni giorno da anni, di conoscere quanto prima i dati del monitoraggio e le cause dell’odore nauseabondo che avvolge il paese! La nube dall’odore acre, che trasportata dal vento si estende addirittura ben oltre la periferia di Manduria e fino ai paesi limitrofi deve definitivamente cessare.
La gente di Manduria ha il diritto di essere informata su cosa stia respirando e di quale frutto della terra si stia nutrendo; la gente di Manduria ha il diritto di sapere se questa contaminazione dell’aria abbia ripercussioni sulla salute e sia tra le cause dell’escalation di malattie tumorali nella zona.
Lo dobbiamo a noi stessi, al nostro Territorio che, incontaminato lo diventa sempre meno, e soprattutto alle future generazioni.
Nell’attesa di avere adeguate risposte tecniche dalle Istituzioni, l’associazione Azione Messapica, non vuole girare le spalle al problema e pertanto, chiede pubblicamente a tutti i cittadini, le associazioni ed i partiti politici sensibili all’ambiente e alla tutela della salute pubblica di schierarsi apertamente e di fare squadra sul tema specifico.
E’ ora di valutare -anche congiuntamente con chi vorrà aderire- tutte le azioni da intraprendere perché questa doverosa protesta coinvolga la gente e chiarisca una volta per tutte che Manduria non merita di respirare aria insalubre per motivi che ad oggi risultano poco chiari.

Il Direttivo dell’associazione
politico – culturale
Azione Messapica

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Lunedì 18 novembre, Stagione orchestrale della Magna Grecia. Neri Marcoré all’Orfeo, omaggio a Fabrizio De André

Omaggio a Fabrizio De André. Sul palco nella duplice veste di cantante e chitarrista, per …