sabato 25 Settembre, 2021 - 21:06:43

Campomarino di Maruggio: nudisti si, ma in zone riservate e delimitate. Bagnante chiama Guardia Costiera

Riprendiamo e pubblichiamo questo post, degno di nota,  pubblicato il 30 luglio scorso sul social Facebook:

Oggi, in spiaggia ho assistito ad alcune scene che davvero mi hanno fatto riflettere: una ragazza, anzi una donna di 24-26 anni era completamente nuda (e quando dico completamente intendo proprio completamente), prendeva noncurante il sole distesa a cosce aperte anzi spalancate.
Non contenta qualche minuto dopo si e’ girata in posizione fetale e poi si è stesa su uno scoglio.
15 mt più avanti due uomini completamente nudi (e quando dico completamente intendo proprio completamente) passeggiavano sulla battigia.
Così come la coppia loro vicina di ombrellone: lei tacco in legno alto 15 cm (su una spiaggia dove si cade a piedi scalzi perchè piena zeppa di scogli).
Appena arrivati si sono denudati completamente (e quando dico completamente intendo proprio completamente).
Questa scena è andata a nozze con la mia indole fumantina e, dopo un bel cazziatone verbale che non ha sortito effetti son passata alle maniere forti. Ho chiamato la capitaneria di porto di Campomarino spiegando la situazione e, poco dopo, un ufficiale si è presentato in spiaggia.

I soggetti desnudi alla vista dell’ ufficiale si son prontamente rivestiti ma qualcuno non ha fatto in tempo e per ora si è beccato un richiamo (oltre che ad una figura barbina anche se credo che la vergogna questa gente non sappia neppure cosa sia).
Ora, non sono una che si scandalizza e lungi da me l’essere bigotta: alle tette al vento sono abituata, ma le vagine (perché si vedeva anche quella) e i peni al vento, signori miei, non li concepisco.
Sarò antica? Sarò non al passo con i tempi? Puo’ essere (e felice di esserlo) ma credo che, come diceva Totò “ogni limite…ha una decenza”
La spiaggia D’Ayala ormai è ad appannaggio tacito di questi elementi (nudisti e scambisti) e a me sinceramente poco importa.
Ma la spiaggia dove ho visto questo schifo oggi (e anche nei giorni passati, anche se non a questi livelli) è la spiaggia commenda-scorcialupi. Ed è cosa completamente diversa.
Queste porcate devono andare a farle almeno 100 metri più avanti e non dove ci sono famiglie con bambini.
Mi spiace per le coppie gay e lesbo che avevano scelto quel meraviglioso tratto di mare come “loro” spiaggia: anche loro son sempre di meno ormai perché assistere a scene come quelle di oggi è davvero imbarazzante.
Io vorrei chiedere al nostro sindaco Alfredo Longo di prendere una posizione su questa faccenda.
Perchè non decidiamo di trasformare quei 200 mt di costa in una spiaggia naturista “ufficiale”?
Cosi possiamo metterci dei cartelli, una palizzata, qualcosa che possa delimitarla.
L’ accesso dalla parte dell’ ex circolo cittadino (dottor
Arcis, per capirci) sia solo ed esclusivamente un accesso (insieme a quello del lido dei Cavalieri), ma la spiaggia antistante a tali accessi è e deve essere libera.
Perché, di fatto, ora non lo è.

Stefania Chiego

Facebook Comments Box

Notizie su Redazione

La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Maruggio – Selezione per il per conferimento di incarichi di rilevatore per il Censimento Permanente della Popolazione (ISTAT) 2021

È indetta pubblica una selezione per la predisposizione di una graduatoria da cui attingere collaboratori …