domenica 16 Giugno, 2019 - 13:09:36
Home > Amici a quattro zampe > Cani in spiaggia, Regione Puglia modifica la legge. I comuni dovranno individuare la spiaggia libera con apposita segnaletica

Cani in spiaggia, Regione Puglia modifica la legge. I comuni dovranno individuare la spiaggia libera con apposita segnaletica

 

Si prevede che entro il 31 marzo di ogni anno i Comuni individuino almeno un tratto di spiaggia libera in cui è consentito l’accesso agli animali prevedendo apposita segnaletica

La II commissione consiliare della Regione Puglia, presieduta da Filippo Caracciolo, ha approvato a maggioranza la proposta di legge di modifica delle “Norme per l’accesso alle spiagge degli animali da affezione”. Il Movimento 5 stelle non ha partecipato al voto.

Il provvedimento nasce per affrontare le criticità emerse e assicurare la coerenza con le norme interne, compresa l’Ordinanza balneare, e le circolari del Ministero della Salute in materia. Pertanto si prevede che entro il 31 marzo di ogni anno i Comuni individuino almeno un tratto di spiaggia libera in cui è consentito l’accesso agli animali prevedendo apposita segnaletica. Per gli animali da affezione di piccola taglia, l’accesso è sempre consentito nei limiti e secondo le modalità previste dalla legge.

I concessionari delle spiagge devono comunicare inoltre, entro il 31 marzo di ogni anno, al comune territorialmente competente le previsioni del regolamento di stabilimento relative ad eventuali modalità di accesso e permanenza degli animali da affezione. Ciascun comune può autorizzare i concessionari che lo richiedano ad attrezzare, all’interno del perimetro in concessione, con opere leggere e di facile rimozione, apposite aree per animali d’affezione, secondo quanto disposto dai regolamenti comunali e delle AASSLL competenti per territorio, tenuto conto che tali zone devono essere dotate di accesso indipendente e individuate in modo da non arrecare danni e disturbi all’utenza circostante.

È vietata la conduzione o permanenza degli animali, anche se muniti di museruola o guinzaglio, in aree non autorizzate, attrezzate e segnalate. Il concessionario può consentire l’accesso di animali d’affezione di piccola taglia, in possesso della certificazione sanitaria prevista dalle vigenti normative, sotto uno o più ombrelloni posti in zone retrostanti o in posizione tale da non arrecare disturbo agli altri utenti. Gli animali dovranno esser portati in braccio o in trasportino fino all’ombrellone assegnato e dovranno essere sempre mantenuti al guinzaglio.

Per consentire l’applicazione delle disposizioni all’anno in corso (2019), i termini indicati nella legge sono differiti al 15 luglio.

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Fortezze e Castelli di Puglia: Il Castello di Supersano

Il primo nucleo del Castello di Supersano risale probabilmente all’epoca angioina e fu voluto da …