venerdì 01 Marzo, 2024 - 21:44:49

Capodoglio Spiaggiato sulla Costa di Leporano: Indagini in corso per comprendere le cause della morte

capodoglio spiaggiato leporano
Capodoglio spiaggiato sulla costa di  Leporano – Jonian Dolphin Conservation.

27 dicembre 2023 – Nel pomeriggio di oggi, sulla scogliera di Marina di Leporano, è stato scoperto un imponente esemplare spiaggiato di capodoglio. Il maestoso animale, trasportato dalla corrente, giaceva senza vita quando è stato individuato da M.A., il quale ha prontamente segnalato l’evento.

La segnalazione ha immediatamente attivato il coordinamento protocollare della Guardia Costiera della Capitaneria di Porto, che ha avvisato le autorità competenti. L’Agenzia Regionale per la Salvaguardia dell’Ambiente (ARSL) è intervenuta sul posto insieme ad altri enti locali per coordinare le operazioni di recupero.

Domani mattina, le operazioni di recupero e le analisi preliminari di necroscopia saranno condotte per determinare le cause del decesso. Gli esperti dell’ARSL, insieme agli specialisti del Centro di Recupero Faunistico, esamineranno attentamente il corpo dell’animale per identificare eventuali segni di patologie, lesioni o fattori ambientali che potrebbero aver contribuito alla sua morte.

La spiaggia di un capodoglio è un evento insolito, poiché gli animali marini tendono a decomporsi in mare. La rarità di tali incidenti sottolinea l’importanza dell’inchiesta per comprendere se la morte dell’esemplare sia dovuta a cause naturali, azioni umane o altri fattori ancora sconosciuti.

Resta in attesa di ulteriori aggiornamenti sulla vicenda mentre gli esperti lavorano per svelare i misteri di questa insolita spiaggia di un capodoglio lungo le coste di Leporano.

A darne notizia, sulla propria pagina facebook, è la Jonian Dolphin Conservation.

Un Bilancio Contraddittorio tra Tristezza e Meraviglia 

L’evento tragico della spiaggia del capodoglio a Marina di Leporano, se da un lato suscita tristezza, dall’altro rappresenta un segno eloquente dell’attività migratoria dei cetacei nei nostri mari, contribuendo all’equilibrio naturale dell’ecosistema marino.

Il 19 dicembre scorso, durante l’ultima spedizione di ricerca del gruppo Jonian Dolphin Conservation (JDC), tre maestosi capodogli sono stati avvistati al largo delle nostre coste, regalando uno spettacolo unico nel suo genere.

La JDC, che da anni monitora la presenza di cetacei nel Golfo di Taranto, ha dichiarato che l’incontro con i capodogli è stato stupefacente. Tra gli individui avvistati, è stato confermato il presunto avvistamento di un giovane capodoglio, caratterizzato da dimensioni leggermente inferiori e una pinna caudale pulita, segno di giovane età.

Questo dato assume grande rilevanza scientifica, poiché potrebbe indicare la presenza di femmine con i propri piccoli. Le femmine di capodoglio sono solitamente più stanziali rispetto ai maschi e mostrano una maggiore tendenza a spostarsi su distanze più brevi. L’avvistamento di capodogli in questa stagione suggerisce la loro presenza costante nel Golfo di Taranto, confermando la residenza stabile nel corso di tutte le stagioni.

Nonostante la tristezza per la spiaggiata del capodoglio, questi avvistamenti evidenziano l’importanza di preservare e comprendere il comportamento di queste magnifiche creature marine per garantire la tutela del loro habitat e promuovere la conservazione delle specie marine nel nostro mare.

Facebook Comments Box
Per restare aggiornato con le ultime news seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook e iscriviti al nostro canale YouTube.  

Per scriverci e segnalarci un evento contattaci! 

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

NAS di Taranto: controlli e sequestri di prodotti caseari nella provincia

I militari del N.A.S. di Taranto, nel corso di attività ispettive nella provincia condotte insieme …