giovedì 15 novembre, 2018 - 10:13:57
Home > Rubriche > Come Eravamo > Chi li ricorda, viaggio nella pubblicità del passato

Chi li ricorda, viaggio nella pubblicità del passato

mucca carolina e susannaMolti ricorderanno la famosa esclamazione “pitipitum paaah!” che concludeva il trailer su Carosello di Susanna tutta panna, il personaggio inventato per pubblicizzare il formaggio della Invernizzi. Susanna tutta panna diventò anche un bambolotto, raffigurante una bimba grassottella, con la faccia rotonda e i capelli biondissimi, proprio ispirata al Carosello televisivo. Oggi, su e-bay, questi bambolotti si trovano in vendita a prezzi sostenuti (anche a partire da 80 euro il pezzo).

immagine  dal web
immagine dal web
Alimento fondamentale per i bambini italiani degli anni 60 e 70 sono stati i formaggini, non solo perché erano buoni, ma anche perché co le raccolte punti avevi dei regali bellissimo. Come la mucca Carolina, uno dei grandi amori della nostra infanzia. La mucca Carolina era una mucchina gonfiabile bianca e nera con le mammelle rosa, larga circa cm 40 e alta circa cm 40, che veniva regalata con la raccolta di punti dei formaggini Invernizzi e che veniva cavalcata fino a che non scoppiava o si bucava, poi di corsa a mangiare formaggini per poterne avere un’altra.La divertente filastrocca della mucca Carolina faceva cosi`: “Io ho una mucca assai pregiata (eh-oh!) e Carolina l’ho chiamata (eh-oh!). Appeso al collo ha un campanon, produce latte a profusion, vale certo dei milion tolon-tolon-tolon-tolon, eh-oh!”. Eccovi tutta le vera storia storia della mucca Carolina, compreso il tragico epilogo … La mucca Carolina soddisfa la voglia di tenerezza, sentimento vivo negli italiani degli anni Settanta, galvanizzati dal miracolo economico, ma intrigati dal ricordo della guerra, con i morsi della miseria e della violenza. Il piccolo schermo è materno, consolatore, soprattutto nei messaggi che escono dal teatrino di Carosello.

 

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

La scomparsa di un Grande Amico, buon viaggio Giro Melis

Ho appreso poco fa’ della scomparsa improvvisa di una persona a me cara, Girolamo Melis, …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.