mercoledì 28 Ottobre, 2020 - 6:49:45

“Comunità più Sicure” a tutela dell’intera provincia jonica

Non si ferma l’attività di controllo disposta dal Questore di Taranto nell’ambito del progetto “Comunità più Sicure” a tutela dell’intera provincia jonica.

I servizi sono stati particolarmente intensificati lungo tutta la litoranea salentina, dove è previsto, in questa settimana di ferragosto, un notevole incremento di turisti e villeggianti.
Il personale del Commissariato di Manduria della Divisione di Polizia Amministrativa della Questura coadiuvati da un equipaggio del Reparto Cinofili di Brindisi e dagli agenti della Polizia Locale di Manduria ha proceduto a numerosi controlli nella zona della costiera di San Pietro in Bevagna .
Cinque i posti di controllo effettuati lungo la litoranea salentina. Particolare attenzione al corretto uso del casco per i conducenti dei ciclomotori che affollano nel periodo estivo la zona. Elevate numerosissime sanzioni al C.d.S. e sequestrati diversi scooter per l’assenza della prevista polizza assicurativa.

Controllati bar, ristoranti ed esercizi commerciali per la verifica delle norme sull’uso, la conservazione e la somministrazione di alimenti e bevande.
Particolare attenzione è stata anche rivolta del rispetto delle vigenti normative di distanziamento sociale “anti-Covid” sia nei locali della “movida” che sulle spiagge particolarmente affollate nella notte di San Lorenzo .

Controllati anche alcuni venditori ambulanti, tra questi, uno che vendeva frutta e verdura è risultato privo delle previste autorizzazioni ed è stato pertanto sanzionato. La merce posta in vendita, per circa un quintale, esposta sulla pubblica via e priva dei documenti di tracciabilità e provenienza è stata posta sotto sequestro.
All’ambulante , un 47enne del posto, sono state elevate sanzioni amministrative per un ammontare di 3.500 euro.

Stesso dispostivo di sicurezza è stato attuato, come ormai accade a cadenza settimanale, nel capoluogo jonico.
Gli agenti della Sezione Volanti, della Squadra Mobile, della Divisione di Polizia Amministrativa e del Commissariato Sezionale Borgo hanno focalizzato la loro attenzione sia sulle periferie con posti di controllo che nel centro cittadino, incluso i vicoli di “città vecchia” particolarmente affollati nelle ore serali.
Controllati diversi circoli ricreativi, uno dei quali è risultato privo di qualsiasi autorizzazione per la somministrazione di alimenti e bevande al pubblico e sanzionato ai sensi di legge.
L’attività ha come sempre incluso il contrasto ai parcheggiatori abusivi: due di questi sono stati individuati ed allontanati dal centro cittadino, uno dei due è stato anche denunciato in stato di libertà per inottemperanza al DASPO Urbano a cui era sottoposto.
Numerosi i giovani controllati nei posti di controllo disseminati per la città, per tre di loro, trovati in possesso di modiche quantità di sostanze stupefacenti, è scattata la segnalazione alle Autorità competente come assuntori.
I dispositivi di controllo nel capoluogo ha permesso di identificare 187 persone e controllare 79 veicoli, elevate 19 sanzioni per violazioni al Codice della strada, dovute in gran parte al mancato uso del casco protettivo per i motociclisti, 3 i veicoli posti sotto sequestro, una carta di circolazione ritirata.

Particolare attenzione anche al contrasto del commercio illegale di mitili.
Rione Italia e Talsano sono state le zone interessate da detti controlli, che hanno portato alla denuncia di tre venditori ambulanti ed al sequestro di circa 170 chilogrammi di cozze, molte delle quali già sgusciate e confezionate in vaschette e pronte per la vendita.

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Avetrana, firmato il Patto per la sicurezza urbana

Il Comune partecipa al bando ministeriale per realizzare un impianto di videosorveglianza Prevenzione alle forme …