sabato 31 Luglio, 2021 - 17:42:49

“Contrada per Contrada”, Cia Puglia: «Strade dell’agricoltura non siano dimenticate»

Carrabba: «Parte dei 100 milioni siano destinati agli assi viari strategici per il comparto primario»

L’auspicio: nell’avviso ai comuni, la prescrizione di un capitolo di interventi su vie rurali e di servizio Allevamenti, agriturismi, aree agricole di produzione: occasione epocale per ricostruire una rete

«Una parte dei 100 milioni di fondi regionali destinati al rifacimento delle strade sia utilizzata per mettere in sicurezza le strade rurali e gli assi stradali comunali più strategici per le aziende agricole. CIA Agricoltori Italiani della Puglia auspica che nell’avviso che sarà pubblicato dalla Regione Puglia s’inserisca un’indicazione precisa, in tal senso, da trasferire ai comuni».

È Raffaele Carrabba, presidente di CIA Puglia, a intervenire sul programma denominato ‘Strada per Strada’.

Sulla questione, Cia Puglia ha inviato una lettera ufficiale indirizzata all’assessore all’Agricoltura Donato Pentassuglia e al presidente di ANCI Puglia Domenico Vitto.

«Crediamo che il progetto ‘Strada x Strada’ presentato dalla Regione Puglia per la sistemazione delle strade comunali sia iniziativa lodevole e che vada declinato anche ‘Contrada x Contrada’, poiché molte strade esterne alla cinta urbana hanno bisogno di un piano di profonda sistemazione o rifacimento. Il grado di vivibilità di un territorio è direttamente proporzionale alla sua bellezza e fruibilità. Un territorio con strade dissestate e senza adeguate infrastrutture tecnologiche, a partire dalla diffusione di Internet e banda larga nelle aree rurali, non è ormai più vivibile dai cittadini dell’attuale società. La manutenzione infrastrutturale del territorio rappresenta per la nostra categoria un’esigenza generale, ormai non più prorogabile. Il Progetto politico sindacale della nostra Confederazione “Il Paese che Vogliamo”, tra gli altri punti, pone al centro delle sue iniziative l’esigenza, di un programma di sistemazione generale della rete viaria e della realizzazione delle infrastrutture tecnologiche delle zone rurali del nostro territorio. L’attuazione di tale progettualità è di vitale importanza per la nostra economia. La scrivente, a nome degli associati e cittadini, con la presente segnala la necessità di un forte intervento di manutenzione straordinaria delle strade rurali. Il loro stato di dissesto rappresenta un pericolo continuo per gli agricoltori ed i cittadini che transitano sia con gli autoveicoli che con i mezzi agricoli e limita la fruibilità e l’accesso agli agriturismi presenti sul nostro territorio. Le strade rurali necessitano di un radicale rifacimento, con la realizzazione di una efficiente rete di sgrondo-cunette laterali, oltre che l’implementazione delle segnaletiche stradali e toponomastiche», ha scritto Carrabba nella lettera.

«Toccando ciascuno dei 257 comuni pugliesi, il programma ‘Strada per Strada’ è un’occasione epocale per migliorare realmente le interconnessioni viarie all’interno dei territori e tra le diverse aree: è un’opportunità che non va sprecata».

A partire dalla pubblicazione dell’Avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia, i Comuni avranno 5 mesi di tempo per presentare uno o più progetti che, a pena di inammissibilità, siano esecutivi, quindi immediatamente cantierabili.

«In generale, i Comuni avranno ampia possibilità di decidere la tipologia di interventi da realizzare e su quali strade – ha spiegato Carrabba – Per questo ci rivolgiamo anche a loro, direttamente, affinché le strade dell’agricoltura non siano dimenticate. Ogni provincia e ogni comune, in Puglia, ha strade la cui piena percorribilità e sicurezza è fondamentale per migliorare la competitività e l’efficienza delle nostre aziende agricole. Ricordiamoci, dunque, che non esistono soltanto i centri urbani, ma anche le aree rurali, vale a dire zone spesso poste ai margini dei piani di riqualificazione e ottimizzazione di infrastrutture e servizi».

Facebook Comments Box

Notizie su Redazione

La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Manduria ZTL: da sabato 24 Luglio sarà istituita nelle marine

Il Sindaco di Manduria, Gregorio Pecoraro e l’Amministrazione Comunale, rendono noto alla cittadinanza che a …