martedì 26 Gennaio, 2021 - 13:16:36

Domani 21 aprile apre a Taranto, “Gnam! Festival Europeo del Cibo di Strada”

Sarà inaugurato sabato 21 aprile, alle ore 18, nella villa Peripato di Taranto, “Gnam! Festival Europeo del Cibo di Strada”. La manifestazione si terrà per la prima volta nel capoluogo ionico. La rassegna comprende il meglio del panorama nazionale e internazionale, con cibo e preparazioni di qualità elevata ed espositori pluripremiati. L’eccellenza dello street food, con un’accurata selezione di tutti gli espositori, troverà spazio nelle giornate dal 21 al 25 aprile, nella villa Peripato. In cinque giorni, i visitatori potranno seguire i percorsi del gusto e assaporare nuove scoperte tra gli stand, ricchi di tipicità culinarie. L’iniziativa gode del patrocinio del Comune di Taranto. Madrina dell’evento sarà Mariangela Gigante, avvocatessa della provincia ionica con la passione per i fornelli, concorrente della sesta edizione della trasmissione tv Masterchef. Si avvia, inoltre, una collaborazione con l’associazione B&B Terre di Sparta, che offrirà agli ospiti, visitatori ed operatori, presenti nella città per il festival, tariffe agevolate e altri servizi nei bed and breakfast aderenti al circuito.

photo credit”: Maurizio Ingenito.

Nella conferenza stampa di presentazione, nella Sala degli Specchi di Palazzo di Città, a Taranto, sono intervenuti Francesco Mastrovito, per l’organizzazione e l’assessore comunale Valentina Tilgher.

“Abbiamo deciso di iniziare il nostro tour 2018, che ci porterà in tutta Italia, proprio da Taranto – ha dichiarato Francesco Mastrovito -; lo abbiamo fatto perché crediamo nella città di Taranto, nel suo enorme valore. Abbiamo voluto scommettere e, al tempo stesso, dare un segnale agli scettici. Siamo convinti che Taranto è grande, ha una grande storia alle spalle e una grande storia da scrivere nel futuro. La nostra particolarità – ha spiegato l’organizzatore – sta nel valore degli espositori. Sono accuratamente selezionati, nel meglio del cibo di strada italiano e internazionale. Speriamo che ci sia un ritorno positivo per tutti, in termini di valorizzazione del territorio, delle tipicità enogastronomiche e del turismo; qui verranno più di cento persone, che dormiranno e soggiorneranno a Taranto, oltre che gli stessi visitatori: alcuni di questi ci seguono nelle varie manifestazioni in tutta Italia”.

Ha dichiarato l’assessore comunale Valentina Tilgher: “Ho visto questo festival da utente, in altre località; ho sempre pensato che crei un ottimo movimento, una buona risonanza. E’ un ottimo attrattore per la città di Taranto. La scelta di vivacizzare la città rientra nel piano più generale di rivitalizzazione e promozione del territorio tarantino. Creare delle occasioni per giungere a Taranto e conoscerla, significa promuovere il territorio e dare una nuova vita alla città anche in chiave di prospettiva futura”.


Gnam! Festival Europeo del Cibo di Strada

La manifestazione, che ha iniziato nel 2014 il suo tour di sapori in giro per l’Italia e conquistato anche il patrocinio di Expo, dopo città come Roma e Milano ha scelto Taranto per continuare a proporre il meglio dello street food italiano ed internazionale ed inaugurare il suo tour 2018. L’evento, nel cuore del Borgo tarantino, si propone di valorizzare la conoscenza delle tradizioni alimentari come elementi culturali ed etnici, puntando sulla biodiversità e sulla genuinità dei prodotti agro-alimentari tipici regionali. Agli ospiti, sarà offerta la possibilità di degustare e scoprire prodotti tipici regionali introvabili e i piatti internazionali più famosi, in vere e proprie isole gastronomiche, nelle quali osservare dal vivo la preparazione delle ricette più golose e ascoltare il racconto dei produttori.

L’area Italia

Eccellenza pugliese sono le bombette della Valle d’Itria. Tra Alberobello e Martina Franca, gli antichi fornelli dei macellai, a tarda sera, si trasformavano in osterie, dove nella brace profumata di legno d’ulivo si cuoceva questo involtino di carne, con all’interno un formaggio canestrato tipico di quest’area. Un mastro fochista dell’associazione “Quelli della Bombetta” segue, dal principio, il tour attirando, nel tempo, l’attenzione dei media di tutto il mondo. Sempre dalla Puglia, ci saranno i cuoppi di fritti di mare, dal pescato dell’Adriatico, panzerotti e pasticciotti.

Dalla Sicilia arrivano i famosi pane e panelle, pane ca’ meusa, cannoli, preparati con la ricotta fresca, arancini di vario tipo dell’Antica Focacceria San Francesco: un nome noto in tutto il mondo, una vera e propria icona del gusto, ai cui tavoli sedevano costantemente gli scrittori Leonardo Sciascia e Luigi Pirandello. In tempi recenti è stata frequentata anche dai giudici Falcone e Borsellino, diventando, per questo, un simbolo della lotta alla mafia.

Il peperoncino è il protagonista assoluto dello stand della Calabria, dove la ‘nduja arricchisce diversi panini, assieme al tartufo della Sila e alla crema di cipolle di Tropea. Dalla Campania giungono la gustosa e ricca mozzarella di bufala, ma anche i dolci tipici della pasticceria napoletana, dal babà in varie declinazioni alla pastiera, alla sfogliatella e aragostina croccanti. Dal Centro Italia, arrosticini abruzzesi preparati direttamente dall’allevatore ovino, che cura tutta la lavorazione della carne. Non mancheranno le olive ascolane; il Molise presenterà, invece, il caciocavallo impiccato, pronto a sciogliersi sul pane dop. La carne di chianina è protagonista con gli hamburger anche per piccoli (il cittino è memorabile), ma dalla Toscana sarà possibile assaggiare anche il famoso lampredotto fatto a dovere (bollito in loco). Lo gnocco fritto con gli affettati emiliani dop è da assaggiare, condito dalla simpatia dello chef, che lo prepara e non vuole condividere con nessuno la ricetta segreta della nonna.

L’area internazionale

Visitare Gnam! Festival Internazionale del Cibo di Strada significa anche fare un suggestivo viaggio nelle altre culture gastronomiche. Nell’isola internazionale, infatti, saranno presenti specialità messicane come tacos e burritos; dalla Spagna arriveranno invece paella e tapas, cotte in due gigantesche padelle e innaffiate di sangria o tinto de verano. Si continua tra le spade infilzate di carni per l’asado argentino; dal Venezuela si potranno assaggiare i churros e le arepas. Nello stand Ungheria si potranno, invece, gustare i famosi dolci kurtoskalacs. Infine, le specialità greche, con le ricette originali di moussaka, gyros pita, souvlaki. Gnam! ha un livello della selezione molto elevato sul prodotto tipico, perché alla base c’è una scelta altrettanto severa per la partecipazione. Ogni espositore si avvale di prodotti a chilometro zero del proprio territorio. La manifestazione propone una scelta molto vasta di cibo di strada (tanti sono i piatti anche per vegani e vegetariani), adatta a tutti i gusti e tutte le tasche. Ogni ricetta risponde a rigorose regole di lavorazione, igiene e freschezza. 

Gnam! Festival Europeo del Cibo di Strada, Taranto, villa Peripato, 21-25 aprile

orari: 21 aprile, dalle ore 18 alle ore 24

22 aprile, dalle ore 11 alle ore 24

23 e 24 aprile, dalle ore 18 alle ore 24

25 aprile, dalle ore 11 alle ore 24

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

La città di Leonida. Rilanciamo Taranto tra archeologia e letteratura. Un vero Progetto per la contemporaneità

“Riposo molto lontano dalla terra d’Italia/e di Taranto mia Patria/e ciò m’è più amaro della …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.