sabato 15 Giugno, 2024 - 7:36:54

Domenica 25 Agosto 2019, nella nostra Maruggio: Attacco a Maruggio”, organizzata dalla Pro Loco e patrocinata dal Comune

Domenica 25 Agosto 2019, nella nostra Maruggio – recentemente inserita tra i “Borghi più belli d’Italia” – si svolgerà la quarta edizione della rievocazione storica “Attacco a Maruggio“, organizzata dalla Pro Loco e patrocinata dal Comune.

Ancora una volta la Pro Loco di Maruggio, capitanata da Massimo Quaranta, si è dimostrata all’altezza per realizzare una delle più affascinanti manifestazioni dell’estate maruggese.
Il difficile percorso per raccontare Maruggio attraverso la rievocazione storica di una delle pagine più belle della nostra storia locale è affidata a Michele Chiego, direttore artistico della manifestazione.
La strada maestra è indicata dal libro scritto da Tonino Filomena (coautore Cosimo E. Marseglia): “Attacco a Maruggio: 13 giugno 1637 – Cronaca di una giornata di pirateria turca”, edito nel 2010. Essendo ormai trascorso quasi un decennio dalla sua pubblicazione, il libro è divenuto “merce rara e preziosa”. Le copie sono esaurite da tempo. Perciò, data l’occasione, vi propongo alcuni brevi brani, nell’attesa che un “Buon Cuore” possa farsi avanti e richiedermi la ristampa per il prossimo anno. Buona lettura!

Le fonti
« La prima fonte bibliografica, relativa all’episodio, è la testimonianza fornita dal Panettera. (…)
Con una insolita sintesi delle fonti a sua disposizione, Tonino Filomena descrive lo sviluppo degli eventi, inquadrandoli nell’ambito relativo alla successione dei Commendatori della Terra Magistrale di Maruggio: […] “dopo la rinuncia di Fra’ Andrea Wissez, nel 1598 giunse a Maruggio il Gran Maestro Fra’ Pirro Di Sangro, cui seguì Fra’ Ippolito Malaspina e poi il romano Fra’ Giambattista Naro. Durante il governo di quest’alto personaggio dell’Ordine melitense, nel 1637, il 13 o 14 giugno, Maruggio subì i danni di un’incursione turca, che piegò a lungo la Commenda”.
Per ciò che riguarda il trattamento riservato alle nostre giovinette – osserva Tonino Filomena: “Le done molto tenero [adolescenti], che li facevano fare del pane, supra l’altre, et ala magior parte tagliorno li panni fino alla cintura, et la nocte le tenevano legate per li capilli, cum grande strazio e vituperio. Li vechi facevano in dui pezzi”. »

« In sintonia con già quanto riportato dal Palumbo: “Anche le donne non scamparono alla violenza barbarica degli aggressori. Sappiamo da altre fonti, come in vari centri assaliti dai Turchi, le vittime più facili, per violenze e deportazioni in schiavitù, erano appunto le donne e i fanciulli”.
Infine, da quanto riporta il Filomena: “Il 14 Giugno 1637, durante l’invasione dei Mori, che provennero dal mare coi loro legni sottili e leggeri, sappiamo che il governatore di Maruggio era il Gran Maestro romano, fra’ Giovan Battista Naro dell’Ordine melitense […] Maruggio pianse a lungo i danni di un’incursione turca, che piegò a lungo l’economia del paese.” »

Epilogo
»Il ricordo di quell’evento resterà vivo nella memoria dei Maruggesi, grazie ai racconti che i nonni narreranno ai nipoti, incluso il ritorno di un’anziana signora, un tempo splendida fanciulla, reduce dall’harem del vecchio Viceré di Algeri che, grazie alle sue preghiere, era riuscita a farsi benvolere dalla favorita del nuovo signore, al punto da riguadagnare, dopo alcune decine di anni, la libertà e la possibilità di rivedere il suo paese, prima di morire.
Anche nello stemma civico, per Nino Palumbo, c’è una traccia del saccheggio. Infatti, sopra le tre torri raffiguranti secondo alcuni i casali di Maruggio, Olivaro e Albano, secondo altri le tre torri costiere: dell’Ovo, Moline e Borraco, campeggia l’immagine della Madonna delle Grazie che: “Fu introdotta nell’antico stemma a ricordo del saccheggio perpetrato dai Turchi nel XVII secolo durante il quale Ella venne in soccorso degli abitanti” […]»

Tonino Filomena
scrittore e storico

Facebook Comments Box

Notizie su Tonino Filomena

Tonino Filomena
Antonio Paolo Filomena (detto Tonino), è nato e vive a Maruggio (Taranto). Scrittore e storico. Ha conseguito la laurea in Scienze Politiche e Master in Finanza e Contabilità degli Enti Locali. Già Dirigente Area Affari Generali del Comune di Maruggio (Ta) e Funzionario Giudiziario Tribunale Taranto - Ufficio Giudice di Pace di Manduria (Ta). Già Segretario-tesoriere del Comitato nazionale per la tutela e valorizzazione della lingua e dei patrimoni culturali delle minoranze etnico-linguistiche in Italia (2004-2007) e del Comitato nazionale per le celebrazioni del centenario della nascita di Sandro Penna (2006-2008). Organizzatore di eventi culturali, coordinatore e relatore di numerosi convegni di studio e Premi Nazionali alla Cultura, per il cui impegno ha ricevuto diversi riconoscimenti, tra i quali il Premio Letterario Nazionale Saturo d'Argento per la storia locale e la medaglia al merito conferita dal Centro Studi Melitensi del Sovrano Militare Ordine di Malta. E' Presidente regionale (Sez. Puglia) del Sindacato Libero Scrittori Italiani. Membro della Società di Storia Patria per la Puglia (Sez. Taranto). Testimonial del Comitato Nazionale Tecnico Scientifico “No Lombroso” di Torino. Componente del Comitato nazionale per le celebrazioni del centenario della nascita di Manlio Sgalambro. Ha pubblicato: Sindacalismo Fascista (2000). Maruggesi nel primo Novecento (2001). Il relitto della Madonnina (2004). Guida a Maruggio dentro e oltre la storia (2006). Paese nostro povero ma bello (2009). Attacco a Maruggio 13 giugno 1637 (2010). Gli occhi della memoria (2011). Nel ventre della Balena Bianca (2012). Così parlò Bilbo (2013). Il soldato contadino (2015). L’infanzia perduta (2018). Il canto della nostalgia (2020). La bellezza dell'attimo (2021). Memorie di un Topo di Fogna (2023). Suoi contributi in: Maruggio nel solco dei secoli: il medioevo di Av. Vv. (1997). Marcello Gigante il sentimento della grecità e il Mediterraneo di Aa.Vv. (2003). San Francesco di Paola di P. Bruni (2003). Oltre la foresta – L’estetica della politica di P. Bruni (2005). Etnie – Popoli e civiltà tra culture e tradizioni di Aa.Vv. (2005). I calabro-greci. Chi sono? di Aa.Vv. (2005). Scanderbeg tra letteratura e radici mediterranee di Aa.Vv. (2006). Sui passi della Magna Grecia di Aa.Vv. (2006). Maschere sotto la luna, J. Contijoch di N. De Giovanni (2006). Un Bene Culturale per Comunità di Aa.Vv. (2006). D’una o dell’altra riva di questo mare di Aa.Vv. (2006). L’inquietudine del vivere di Aa.Vv. (2007). Solo uno sguardo io vidi… di Aa.Vv. (2007). Maruggio: la tua Terra, il tuo mare (2007). Oltre l’incompiuto – Letteratura e Risorgimento per una nuova idea d’Italia di Aa.Vv. (2011). Alessandro Manzoni – La tradizione in viaggio di Aa. Vv. (2023). Suoi interventi su: Rai1, Rai2, Rai Puglia e testate giornalistiche nazionali.

Leggi anche

Fabio Tagarelli presidente Taranto25

Taranto 25 nel Comitato Promotore Start Cup Puglia

Nelle prossime settimane una nuova iniziative con 30.000 euro per le start up del territorio …