mercoledì 28 Ottobre, 2020 - 6:15:33

Due tartarughe marine “caretta-caretta” salvate dalle “Fiamme Gialle”

TARTARUGA 2

BARI, 6 GIU – Due tartarughe ‘Caretta-Caretta’ in cattive  condizioni di salute sono state salvate da uomini del reparto aeronavale della Guardia di Finanza nel porto di Bari e a Castellaneta Marina (Taranto).

All’interno del porto di Bari, nei pressi degli ormeggi delle motovedette della Guardia di Finanza, i militari  si accorgevano della presenza di una tartaruga tipo “caretta-caretta” che nuotava con palese difficoltà, con il carapace ricoperto di molluschi bivalvi e alghe, a testimonianza del fatto che era alla deriva già da qualche giorno, a causa forse di una bolla d’aria imprigionatasi all’interno dell’apparato respiratorio.
I finanzieri attivavano immediatamente il responsabile WWF Puglia e procedevano prontamente, anche sulla base delle indicazioni pervenute telefonicamente, a recuperare l’animale che appariva in cattivo stato di salute.
Successivamente, il responsabile WWF Puglia, giunto sul posto, provvedeva, con tutte le idonee cautele, a trasferire l’animale per curarlo meglio presso il centro tartarughe WWF di Molfetta.

Una seconda tartaruga è stata trovata nelle acque prospicienti Castellaneta Marina (Ta) che mostrava difficoltà natatorie, in particolare alla pinna anteriore sinistra, che sembrava spezzata.
È stata avvicinata dai sommozzatori delle Fiamme Gialle, ed effettivamente i sospetti sulle difficoltà motorie dell’esemplare venivano confermati dal fatto che lo stesso non riusciva a reimmergersi. Quindi, la recuperavano e la sistemavano in un recipiente, avendo cura di mantenerla bagnata dall’acqua di mare, avvolgendo il carapace e la testa con dei panni umidi.
In questo caso è stato allertato il centro di recupero tartarughe marine dell’oasi WWF di Policoro, alle cui cure veniva affidato l’esemplare di caretta-caretta, dopo averla sbarcata nel porticciolo turistico di Marinagri.
Il personale del WWF eseguirà ora tutti gli accertamenti del caso sulla tartaruga -una femmina di circa 40 anni, di 50/60 kg- al fine di verificare anche l’eventuale presenza di uova, così da monitorare, una volta dimessa, il luogo in cui nasceranno i piccoli.

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Avetrana, firmato il Patto per la sicurezza urbana

Il Comune partecipa al bando ministeriale per realizzare un impianto di videosorveglianza Prevenzione alle forme …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.