giovedì 12 Dicembre, 2019 - 7:59:02
Home > ARTè... > Evento di cultura fotografica “IL RITRATTO, IL SUO SGUARDO “ Concept di Domenico Semeraro – Organizzazione di Programma Cultura

Evento di cultura fotografica “IL RITRATTO, IL SUO SGUARDO “ Concept di Domenico Semeraro – Organizzazione di Programma Cultura

Conosciamo gli esperti al tavolo di studio

Antonio Dellisanti – Editore –
Docente esperto a contratto presso gli istituti tecnici e
professionali in Marketing e Tecniche di Vendita, giornalista pubblicista, ha rifondato nel 2000 la casa editrice Dellisanti, attiva dal 1885 al secondo
Dopoguerra in Puglia, costituendo nel 2004 la società Antonio Dellisanti Editore s.r.l. E’ direttore responsabile de “La Voce di Massafra” dal 2006.
Curatore di circa 250 pubblicazioni editoriali, è consulente per la comunicazione aziendale di alcune società del Sud Italia e consulente editoriale per autori esordienti. Sabato 30 novembre alle ore 18:00, presso Palazzo della Cultura di Massafra, Antonio Dellisanti sarà tra gli esperti relatori del tavolo di studio, organizzato dall’associazione Programma Cultura, per l’evento “Il ritratto, il suo sguardo “ – concept di Domenico Semeraro – e parlerà del ritratto d’autore in editoria. Fra retrocopertine e articoli di terza pagina.

Alessandra Basile esperta di arte e comunicazione, giornalista.

Si occupa di studio e valorizzare dei beni culturali e archeologici, è da anni impegnata con l’associazione culturale “Programma Cultura “, fondata nel 2010, nell’attività di organizzazione e sviluppo di eventi artistici e culturali, per promuovere le risorse e le bellezze del territorio. Giornalista, caporedattore di ARTè, magazine di arte e cultura, abbinato a “La Voce di Maruggio”, si occupa di arte, letteratura, psicologia della comunicazione e fotografia. Il suo contributo al tavolo di studio di sabato 30 novembre, per il concept “Il ritratto, il suo sguardo “ esplorerà la psicologia del ritratto nella fotografia e la sua potenza comunicativa, al fine di riflettere su come con il fotografare l’uomo tenti di emergere dalla transitorietà della condizione umana e produrre qualcosa di più grande, di spirituale ed imperituro. Il fotografo, immortalando l’attimo, lo trascende fino ad una dimensione eterna, superando i limiti della realtà e lasciando con la sua opera un segno del suo passaggio. Si può rintracciare in lui anche il bisogno psicologico di esternare, comunicare e condividere con i suoi simili contenuti che afferiscono sia alla sfera del mondo oggettivo (ad es. eventi, fatti di cronaca, accadimenti) sia del proprio mondo soggettivo (ad es. sensazioni, emozioni, sentimenti). In quest’ottica, l’arte della fotografia è un linguaggio che permette di comunicare e relazionarsi con gli altri. Come tutte le arti il fotografare può avere, quindi, l’importante funzione di essere un modulatore della vita psichica umana. La foto, però, anche quando viene utilizzata come strumento di documentazione di fatti storici, non è mera raccolta di informazioni in immagini, in quanto in essa è contenuto il punto di vista esterno e in un certo senso oggettivo dell’artista.

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Ritorno a Sud: la gioia del presepe

Il giorno dell’Immacolata, a casa mia, facevamo il presepe. Era un rito domestico di edilizia …