venerdì 27 Novembre, 2020 - 12:06:46

Fortezze e Castelli di Puglia: Il Castello Baronale dei Gallone-Pignatelli a Nociglia

Il primo nucleo dell’attuale Palazzo Baronale di Nociglia era un castello risalente alla fine del XIV secolo, successivamente riadattato nel ‘500, di cui resta oggi un’alta torre quadrangolare munita di feritoie, di beccatelli angolari e di caditoie per la difesa piombante. La struttura originaria subì nel corso dei secoli diversi ampliamenti e modifiche, in special modo alla fine del XVII secolo e nel corso dell’800 e del ‘900. Negli anni ’80 del XX secolo sono stati effettuati dei lavori di restauro che lo hanno reso fruibile ed attualmente viene adibito ad eventi di carattere culturale.

La struttura ha una pianta quadrangolare, i cui ambienti si articolano perimetralmente intorno al cortile, in cui si trova la torre antica che si sviluppa su due piani, voltati a crociera, di cui quello superiore ospita un bellissimo camino di fattura medievale. Il prospetto principale del palazzo ha un aspetto austero e si distingue per la presenza di un ampio balcone aggettante, costruito fra la fine del XVII secolo e l’inizio del XVIII, sorretto da grosse mensole. Diversi ambienti al pianterreno presentano volte a botte risalenti all’epoca medievale. Sulla struttura, inoltre, è possibile rinvenire le tracce di alcuni archetti risalenti al XV secolo.

L’ingresso al palazzo è garantito da un portale con arco a tutto sesto di epoca rinascimentale, sovrastato dal blasone della famiglia dei Principi di Tricase Gallone – Pignatelli. Il lato nordorientale del palazzo consente di accedere al cortile attraverso un ambiente ad archi a tutto sesto, aperto negli anni ’80 del XX secolo, che conferisce al prospetto laterale un aspetto simile ad un chiostro. Alle spalle del palazzo si sviluppa l’ampio giardino pubblico che richiama alla memoria il vecchio orto del maniero.

Cosimo Enrico Marseglia

 

Commenta con Facebook

Notizie su Cosimo Enrico Marseglia

Cosimo Enrico Marseglia
Nato a Lecce, città in cui vive. Ha frequentato i corsi regolari dell’Accademia Militare dell’Esercito Italiano in Modena e della Scuola di Applicazione dell’Arma TRAMAT presso la cittadella militare Cecchignola in Roma, ed ha prestato servizio come ufficiale dell’Esercito presso il 3° Battaglione Logistico di Manovra in Milano, il Distretto Militare di Lecce ed il Battaglione Logistico della Brigata Pinerolo in Bari. Dopo otto anni in servizio permanente effettivo, ha lasciato la carriera militare, dedicandosi alla musica jazz ed al teatro. Attualmente collabora con il Dipartimento di Studi Storici dell’Università del Salento, come esperto di Storia Militare, e dal 2009 è ufficiale commissario del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana. Scrive per L’Autiere, organo ufficiale dell’ANAI (Associazione Nazionale Autieri d’Italia), Sallentina Tellus (Rivista dell’Ordine del Santo Sepolcro), per L’Idomeneo (Rivista dell’Associazione di Storia Patria) e per altre testate. Ha già pubblicato Les Enfants de la Patrie. La Rivoluzione Francese ed il Primo Impero vissuti sui campi di battaglia (2007), Il Flagello Militare. L’Arte della Guerra in Giovan Battista Martena, artigliere del XVII secolo (2009), Battaglie e fatti d’arme in Puglia. La regione come teatro di scontro dall’antichità all’età contemporanea (2011), Devoto ad Ippocrate. Rodolfo Foscarini ufficiale medico C.R.I. fra ricerca e grande guerra (2015), Marseglia. Storia di una famiglia attraverso i secoli (2016) per la Edit Santoro, e Attacco a Maruggio. 13 giugno 1637. Cronaca di una giornata di pirateria turca nel contesto politico-sociale europeo (2010) per la Apulus, quest’ultimo insieme al Dott. Tonino Filomena

Leggi anche

Bollettino epidemiologico Regione Puglia del 19 novembre 2020

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento …