lunedì 09 Dicembre, 2019 - 22:56:40
Home > Cultura e Eventi > Cultura > Fortezze e Castelli di Puglia: Il Castello di Leporano

Fortezze e Castelli di Puglia: Il Castello di Leporano

Il nucleo originale del castello di Leporano è la Torre Quadrata risalente alla dominazione normanna, mentre il mastio è databile fra la fine del XIV e l’inizio del XV secolo. Sono state diverse le famiglie succedutesi nella proprietà del castello sino a quando questo non giunse nelle mani della famiglia Muscettola che, a partire dal 1617, cominciò una serie di modifiche che trasformarono la fortezza originaria in dimora residenziale.
In particolare si provvide a realizzare un belvedere ed una chiesetta, dedicata a San Giuseppe, dotata di un matroneo, sorretto da alcuni archi in tufo e voluta dal Principe Nicola Sergio Muscettola e dalla sua consorte Principessa Anna Ottoboni-Boncompagni. Inoltre furono realizzati ambienti privati residenziali, dai quali era possibile accedere al matroneo. Nel 1980 la struttura fu acquistata da Comune che lo ha adibito a sede di eventi culturali e rievocazioni storiche che puntualmente si tengono ogni anno nel mese di agosto.

Il Castello Muscettola di Leporano fu elevato nel punto più alto dell’abitato e presenta oggi le caratteristiche di un palazzo signorile fortificato più che di una fortezza. Ha una pianta quadrangolare con all’interno un ampio cortile sul quale si affacciano un loggiato ed uno scalone d’onore che conduce al piano nobile.
Delle originali opere difensive restano oggi alcuni bastioni lineari, delle torri cilindriche e Porta Taranto, uno degli ingressi all’abitato.

Cosimo Enrico Marseglia

Commenta con Facebook

Notizie su Cosimo Enrico Marseglia

Cosimo Enrico Marseglia
Nato a Lecce, città in cui vive. Ha frequentato i corsi regolari dell’Accademia Militare dell’Esercito Italiano in Modena e della Scuola di Applicazione dell’Arma TRAMAT presso la cittadella militare Cecchignola in Roma, ed ha prestato servizio come ufficiale dell’Esercito presso il 3° Battaglione Logistico di Manovra in Milano, il Distretto Militare di Lecce ed il Battaglione Logistico della Brigata Pinerolo in Bari. Dopo otto anni in servizio permanente effettivo, ha lasciato la carriera militare, dedicandosi alla musica jazz ed al teatro. Attualmente collabora con il Dipartimento di Studi Storici dell’Università del Salento, come esperto di Storia Militare, e dal 2009 è ufficiale commissario del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana. Scrive per L’Autiere, organo ufficiale dell’ANAI (Associazione Nazionale Autieri d’Italia), Sallentina Tellus (Rivista dell’Ordine del Santo Sepolcro), per L’Idomeneo (Rivista dell’Associazione di Storia Patria) e per altre testate. Ha già pubblicato Les Enfants de la Patrie. La Rivoluzione Francese ed il Primo Impero vissuti sui campi di battaglia (2007), Il Flagello Militare. L’Arte della Guerra in Giovan Battista Martena, artigliere del XVII secolo (2009), Battaglie e fatti d’arme in Puglia. La regione come teatro di scontro dall’antichità all’età contemporanea (2011), Devoto ad Ippocrate. Rodolfo Foscarini ufficiale medico C.R.I. fra ricerca e grande guerra (2015), Marseglia. Storia di una famiglia attraverso i secoli (2016) per la Edit Santoro, e Attacco a Maruggio. 13 giugno 1637. Cronaca di una giornata di pirateria turca nel contesto politico-sociale europeo (2010) per la Apulus, quest’ultimo insieme al Dott. Tonino Filomena

Leggi anche

Fortezze e Castelli di Puglia: Il Palazzo Ducale di San Cesario

Il sito dove oggi sorge il Palazzo Ducale di San Cesario era precedentemente occupato da …