martedì 20 Ottobre, 2020 - 16:46:57

Fortezze e Castelli di Puglia: Il Castello di Toritto

Incerte sono le notizie relative alla fondazione del Castello di Toritto, infatti mancano studi specifici in merito e pertanto è possibile procedere solo per ipotesi. Alcune testimonianze relative alla sua esistenza risalgono al 1167.

Nel complesso castellare rientrano una Torre Normanna, nel 1939 dichiarata Monumento Nazionale, ed una Torre Rotonda, attualmente inglobata in una costruzione più recente, risalenti rispettivamente al XI e X secolo, cui si aggiungono altri corpi di fabbrica posteriori, tra cui un’altra torre merlata, costruiti fra i secoli XV e XVI. E’ probabile che il complesso sia stato edificato dove un tempo sorgeva l’acropoli peuceta.

Sino al XIV secolo il fortilizio conservava le sue funzioni militari difensive mentre nel XVI secolo venne adibito a residenza signorile e munito di stalle, cisterne, magazzini ed abitazioni per la servitù. Verso la fine del XVI secolo sono attestati dei lavori di ampliamento della struttura ad opera di Orazio Della Tolfa – Frangipane Duca di Toritto e Grumo, mentre ulteriori interventi risalgono al 1751 su iniziativa del Duca Caravita.

L’ingresso alla struttura avviene attraverso un ponte in pietra che supera il fossato, probabilmente in sostituzione di uno originale ligneo. Il ponte presenta sui due lati due sculture leonine di epoca medievale in granito. Attualmente la struttura appartiene a diversi privati con l’eccezione della Torre Normanna.

Cosimo Enrico Marseglia

 

 

 

Commenta con Facebook

Notizie su Cosimo Enrico Marseglia

Cosimo Enrico Marseglia
Nato a Lecce, città in cui vive. Ha frequentato i corsi regolari dell’Accademia Militare dell’Esercito Italiano in Modena e della Scuola di Applicazione dell’Arma TRAMAT presso la cittadella militare Cecchignola in Roma, ed ha prestato servizio come ufficiale dell’Esercito presso il 3° Battaglione Logistico di Manovra in Milano, il Distretto Militare di Lecce ed il Battaglione Logistico della Brigata Pinerolo in Bari. Dopo otto anni in servizio permanente effettivo, ha lasciato la carriera militare, dedicandosi alla musica jazz ed al teatro. Attualmente collabora con il Dipartimento di Studi Storici dell’Università del Salento, come esperto di Storia Militare, e dal 2009 è ufficiale commissario del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana. Scrive per L’Autiere, organo ufficiale dell’ANAI (Associazione Nazionale Autieri d’Italia), Sallentina Tellus (Rivista dell’Ordine del Santo Sepolcro), per L’Idomeneo (Rivista dell’Associazione di Storia Patria) e per altre testate. Ha già pubblicato Les Enfants de la Patrie. La Rivoluzione Francese ed il Primo Impero vissuti sui campi di battaglia (2007), Il Flagello Militare. L’Arte della Guerra in Giovan Battista Martena, artigliere del XVII secolo (2009), Battaglie e fatti d’arme in Puglia. La regione come teatro di scontro dall’antichità all’età contemporanea (2011), Devoto ad Ippocrate. Rodolfo Foscarini ufficiale medico C.R.I. fra ricerca e grande guerra (2015), Marseglia. Storia di una famiglia attraverso i secoli (2016) per la Edit Santoro, e Attacco a Maruggio. 13 giugno 1637. Cronaca di una giornata di pirateria turca nel contesto politico-sociale europeo (2010) per la Apulus, quest’ultimo insieme al Dott. Tonino Filomena

Leggi anche

Covid: festa con 400 persone, chiuso locale a Nardò

Durante un controllo volto a verificare il rispetto delle norme anti covid, venerdì sera  a …