Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function 'wp_pre_kses_block_attributes' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.lavocedimaruggio.it/home/wp/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288

Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function 'wp_pre_kses_block_attributes' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.lavocedimaruggio.it/home/wp/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288

Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function 'wp_pre_kses_block_attributes' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.lavocedimaruggio.it/home/wp/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288

Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function 'wp_pre_kses_block_attributes' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.lavocedimaruggio.it/home/wp/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288

Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function 'wp_pre_kses_block_attributes' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.lavocedimaruggio.it/home/wp/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288

Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function 'wp_pre_kses_block_attributes' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.lavocedimaruggio.it/home/wp/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288
Fortezze e Castelli di Puglia: Il diruto Castello Normanno – Svevo di Andria • La Voce di Maruggio
Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function 'wp_pre_kses_block_attributes' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.lavocedimaruggio.it/home/wp/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288

Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function 'wp_pre_kses_block_attributes' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.lavocedimaruggio.it/home/wp/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288

Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function 'wp_pre_kses_block_attributes' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.lavocedimaruggio.it/home/wp/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288

Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function 'wp_pre_kses_block_attributes' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.lavocedimaruggio.it/home/wp/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288

Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function 'wp_pre_kses_block_attributes' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.lavocedimaruggio.it/home/wp/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288

Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function 'wp_pre_kses_block_attributes' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.lavocedimaruggio.it/home/wp/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288

Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function 'wp_pre_kses_block_attributes' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.lavocedimaruggio.it/home/wp/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288

Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function 'wp_pre_kses_block_attributes' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.lavocedimaruggio.it/home/wp/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288
lunedì 16 Dicembre, 2019 - 1:34:28
Home > Cultura e Eventi > Cultura > Fortezze e Castelli di Puglia: Il diruto Castello Normanno – Svevo di Andria

Fortezze e Castelli di Puglia: Il diruto Castello Normanno – Svevo di Andria

Il nucleo originale del Castello Normanno – Svevo di Andria, di cui purtroppo oggi restano solo alcune tracce, risale alla dominazione normanna ed al progetto di fortificazione del regno dopo la loro conquista del Sud d’Italia. Il punto scelto per l’erezione della struttura era ovviamente quello più elevato e si collocava nei pressi di Porta Castello, demolita nel XIX secolo. Con ogni probabilità si trattava del classico torrione normanno, il Donjon, addossato alla cinta muraria.

Durante la dominazione sveva l’originale castello venne sottoposto ad una serie di ampliamenti finalizzati a potenziarne la capacità difensiva. In particolare venne eretta una possente torre a pianta quadrangolare addossata col versante occidentale alle mura cittadine e protesa verso l’esterno. Questa nuova struttura aveva una porta segreta in direzione di Porta Castello, da utilizzare per sortite dirette a sorprendere eventuali assedianti nei pressi dell’ingresso alla città.

Rimasta all’incirca invariata durante la dominazione angioina, la fortezza subì sostanziali modifiche sotto i sovrani aragonesi, a seguito dell’impiego e dello sviluppo delle armi da fuoco, contro le quali occorreva rinforzare le difese passive. Così si provvide ad includere la torre all’interno di un bastione a pianta poligonale con mura a scarpa verso l’esterno. Anche l’altezza venne ridotta, per renderla meno esposta al fuoco di cannoni e bombarde, mentre sul versante meridionale vennero costruiti nuovi locali da adibire ad alloggi per il personale militare che, a partire dal XVI secolo sarebbero stati trasformati in mulini, su iniziativa degli ultimi Duchi di Andria appartenenti alla famiglia Carafa.

Nel 1799 il castello fu teatro di un evento bellico, quando i cittadini andriesi aprirono da esso il fuoco delle artiglierie contro le forze francesi, in quella passata alla storia come la Battaglia del Venerdì Santo, terminata con la resa della città. Sotto il regno di Gioacchino Murat, cognato dell’Imperatore Napoleone Bonaparte, la fortezza venne adibita a deposito di salnitro, componente essenziale per la fabbricazione della polvere da sparo, mentre nel 1827 il bastione divenne sede del Comando della Guardia Urbana.

Verso la metà del XIX secolo il castello perdeva definitivamente le sue funzioni di carattere militare, l’originale Donjon normanno fu trasformato in diverse abitazioni civili mentre il bastione e l’area dei mulini restavano al Comune. In seguito, però, anche il resto della struttura diventava di proprietà privata. Nel corso della seconda metà del XIX secolo l’area settentrionale del bastione è stata demolita ed al suo posto edificato un palazzo. Oggi i resti del Castello di Andria si trovano incastrati tra due palazzi della seconda metà del XIX secolo.

Cosimo Enrico Marseglia

 

Commenta con Facebook

Notizie su Cosimo Enrico Marseglia

Cosimo Enrico Marseglia
Nato a Lecce, città in cui vive. Ha frequentato i corsi regolari dell’Accademia Militare dell’Esercito Italiano in Modena e della Scuola di Applicazione dell’Arma TRAMAT presso la cittadella militare Cecchignola in Roma, ed ha prestato servizio come ufficiale dell’Esercito presso il 3° Battaglione Logistico di Manovra in Milano, il Distretto Militare di Lecce ed il Battaglione Logistico della Brigata Pinerolo in Bari. Dopo otto anni in servizio permanente effettivo, ha lasciato la carriera militare, dedicandosi alla musica jazz ed al teatro. Attualmente collabora con il Dipartimento di Studi Storici dell’Università del Salento, come esperto di Storia Militare, e dal 2009 è ufficiale commissario del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana. Scrive per L’Autiere, organo ufficiale dell’ANAI (Associazione Nazionale Autieri d’Italia), Sallentina Tellus (Rivista dell’Ordine del Santo Sepolcro), per L’Idomeneo (Rivista dell’Associazione di Storia Patria) e per altre testate. Ha già pubblicato Les Enfants de la Patrie. La Rivoluzione Francese ed il Primo Impero vissuti sui campi di battaglia (2007), Il Flagello Militare. L’Arte della Guerra in Giovan Battista Martena, artigliere del XVII secolo (2009), Battaglie e fatti d’arme in Puglia. La regione come teatro di scontro dall’antichità all’età contemporanea (2011), Devoto ad Ippocrate. Rodolfo Foscarini ufficiale medico C.R.I. fra ricerca e grande guerra (2015), Marseglia. Storia di una famiglia attraverso i secoli (2016) per la Edit Santoro, e Attacco a Maruggio. 13 giugno 1637. Cronaca di una giornata di pirateria turca nel contesto politico-sociale europeo (2010) per la Apulus, quest’ultimo insieme al Dott. Tonino Filomena

Leggi anche

“Lo spilorcio”, libero adattamento di Molière: Venerdì 13 Dicembre a Sava (Ta)

L’A.P.S. “Play your Place” è lieta di invitarvi alla rappresentazione teatrale “Lo Spilorcio”, libero adattamento …


Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function 'wp_pre_kses_block_attributes' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.lavocedimaruggio.it/home/wp/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288

Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function 'wp_pre_kses_block_attributes' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.lavocedimaruggio.it/home/wp/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288

Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function 'wp_pre_kses_block_attributes' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.lavocedimaruggio.it/home/wp/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288

Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function 'wp_pre_kses_block_attributes' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.lavocedimaruggio.it/home/wp/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288

Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function 'wp_pre_kses_block_attributes' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.lavocedimaruggio.it/home/wp/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288