martedì 20 Ottobre, 2020 - 13:16:44

Fortezze e Castelli di Puglia: Il Palazzo Ducale Caracciolo di Volturara Appula

Il Palazzo Ducale Caracciolo di Volturara Appula, dal nome dei Signori che ne disposero la costruzione, risale al XVI secolo e sorge sui resti di un castello preesistente, probabilmente di epoca normanna. Si colloca nel centro del piccolo borgo dauno, caratterizzato da viuzze strette ed intricate che incutono una suggestiva e piacevole sensazione di ritorno al passato.

Nel corso dei secoli la struttura ha subito diversi interventi di ristrutturazione, e recentemente anche di restauro, che gradualmente lo hanno trasformato in palazzo signorile e, di conseguenza, è andato via via perdendo il suo aspetto e la sua funzione di fortezza a scopo prevalentemente difensivo. Nel complesso, tuttavia, esso conserva ancora in qualche modo l’assetto di una struttura fortificata.

Il palazzo si presenta a pianta quadrangolare, tipo torrione, forma da cui è possibile dedurre che in origine doveva trattarsi di un donjon normanno con funzioni di controllo ed osservazione delle vallate circostanti, e si sviluppa su tre piani, il primo ed il secondo separati esternamente da un toro marcapiano. Il suo aspetto si rivela particolarmente massiccio con muri possenti.

Attualmente il palazzo è di proprietà privata.

Cosimo Enrico Marseglia

 

Commenta con Facebook

Notizie su Cosimo Enrico Marseglia

Cosimo Enrico Marseglia
Nato a Lecce, città in cui vive. Ha frequentato i corsi regolari dell’Accademia Militare dell’Esercito Italiano in Modena e della Scuola di Applicazione dell’Arma TRAMAT presso la cittadella militare Cecchignola in Roma, ed ha prestato servizio come ufficiale dell’Esercito presso il 3° Battaglione Logistico di Manovra in Milano, il Distretto Militare di Lecce ed il Battaglione Logistico della Brigata Pinerolo in Bari. Dopo otto anni in servizio permanente effettivo, ha lasciato la carriera militare, dedicandosi alla musica jazz ed al teatro. Attualmente collabora con il Dipartimento di Studi Storici dell’Università del Salento, come esperto di Storia Militare, e dal 2009 è ufficiale commissario del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana. Scrive per L’Autiere, organo ufficiale dell’ANAI (Associazione Nazionale Autieri d’Italia), Sallentina Tellus (Rivista dell’Ordine del Santo Sepolcro), per L’Idomeneo (Rivista dell’Associazione di Storia Patria) e per altre testate. Ha già pubblicato Les Enfants de la Patrie. La Rivoluzione Francese ed il Primo Impero vissuti sui campi di battaglia (2007), Il Flagello Militare. L’Arte della Guerra in Giovan Battista Martena, artigliere del XVII secolo (2009), Battaglie e fatti d’arme in Puglia. La regione come teatro di scontro dall’antichità all’età contemporanea (2011), Devoto ad Ippocrate. Rodolfo Foscarini ufficiale medico C.R.I. fra ricerca e grande guerra (2015), Marseglia. Storia di una famiglia attraverso i secoli (2016) per la Edit Santoro, e Attacco a Maruggio. 13 giugno 1637. Cronaca di una giornata di pirateria turca nel contesto politico-sociale europeo (2010) per la Apulus, quest’ultimo insieme al Dott. Tonino Filomena

Leggi anche

GIUSEPPE UNGARETTI RICORDATO DA PIERFRANCO BRUNI A “LA NOTTE DEI POETI – UN’ALTRA PRIMAVERA” AL Teatro sociale Sondrio

Sondrio celebra la poesia e la musica in un interessante incontro dal titolo: “La notte …