giovedì 27 Febbraio, 2020 - 16:13:40

Fortezze e Castelli di Puglia: Il Palazzo Ducale di Carosino

 

Il Palazzo Ducale di Carosino fu edificato per volere della nobile famiglia Simonetta nel corso del XV secolo, divenendo una fra le più importanti dimore gentilizie dell’area circostante. La struttura nel corso dei secoli ha cambiato spesso proprietario, seguendo le vicissitudini del feudo di Carosino, intramezzate da periodi di totale abbandono, sino a quando nel 1875 giunse alla famiglia D’Ayala Valva, che venti anni più tardi lo donò al Comune in occasione della festa di San Biagio, allo scopo di adibirlo ad attività culturali e di pubblica utilità. Tuttavia le precarie condizioni, aggravate anche dal crollo di alcuni ambienti, non consentirono l’utilizzo del palazzo sino agli anni ’80 del XX secolo. Infatti solo nel 1984 ebbero inizio i lavori di restauro che dettero al Palazzo Ducale l’attuale aspetto.

La struttura si presenta simile ad un castello quattrocentesco ma privo di elementi difensivi. Si articola intorno ad una corte quadrata da cui si snodano due scalinate che portano al primo piano, costituito da un lungo corridoio e da ambienti abbastanza grandi con volte a botte oppure a crociera. La facciata principale è coronata in alto da una suggestiva merlatura.

Cosimo Enrico Marseglia

 

Commenta con Facebook

Notizie su Cosimo Enrico Marseglia

Cosimo Enrico Marseglia
Nato a Lecce, città in cui vive. Ha frequentato i corsi regolari dell’Accademia Militare dell’Esercito Italiano in Modena e della Scuola di Applicazione dell’Arma TRAMAT presso la cittadella militare Cecchignola in Roma, ed ha prestato servizio come ufficiale dell’Esercito presso il 3° Battaglione Logistico di Manovra in Milano, il Distretto Militare di Lecce ed il Battaglione Logistico della Brigata Pinerolo in Bari. Dopo otto anni in servizio permanente effettivo, ha lasciato la carriera militare, dedicandosi alla musica jazz ed al teatro. Attualmente collabora con il Dipartimento di Studi Storici dell’Università del Salento, come esperto di Storia Militare, e dal 2009 è ufficiale commissario del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana. Scrive per L’Autiere, organo ufficiale dell’ANAI (Associazione Nazionale Autieri d’Italia), Sallentina Tellus (Rivista dell’Ordine del Santo Sepolcro), per L’Idomeneo (Rivista dell’Associazione di Storia Patria) e per altre testate. Ha già pubblicato Les Enfants de la Patrie. La Rivoluzione Francese ed il Primo Impero vissuti sui campi di battaglia (2007), Il Flagello Militare. L’Arte della Guerra in Giovan Battista Martena, artigliere del XVII secolo (2009), Battaglie e fatti d’arme in Puglia. La regione come teatro di scontro dall’antichità all’età contemporanea (2011), Devoto ad Ippocrate. Rodolfo Foscarini ufficiale medico C.R.I. fra ricerca e grande guerra (2015), Marseglia. Storia di una famiglia attraverso i secoli (2016) per la Edit Santoro, e Attacco a Maruggio. 13 giugno 1637. Cronaca di una giornata di pirateria turca nel contesto politico-sociale europeo (2010) per la Apulus, quest’ultimo insieme al Dott. Tonino Filomena

Leggi anche

Coronavirus: scuole chiuse per tre giorni in tutta la provincia di Taranto

Le scuole di ogni ordine e grado della provincia di Taranto “saranno chiuse fino a …