martedì 22 Ottobre, 2019 - 23:34:40
Home > Cultura e Eventi > Cultura > Fortezze e Castelli di Puglia: L’antico Castello di Gagliano del Capo

Fortezze e Castelli di Puglia: L’antico Castello di Gagliano del Capo

Fra il 1413 ed il 1421 l’abitato di Gagliano del Capo venne circondato da una cinta muraria, per proteggerlo dalle continue incursioni piratesche provenienti dal vicino mare. Il dispositivo difensivo offrì rifugio anche agli abitanti di alcuni casali ormai scomparsi come Misciano, San Nicola, Valiano ed altri. Probabilmente nello stesso periodo venne edificato un castello baronale, che sorgeva nei pressi della Chiesa Matrice e che nel 1495 venne donato, insieme al feudo di Gagliano, alla famiglia di origine albanese Castriota Scanderbegh.

Nella seconda metà del XVI secolo le strutture difensive vennero ulteriormente rinforzate in seguito all’incursione effettuata nel 1547 dal pirata ottomano Dragut, che costò la deportazione in schiavitù di diversi abitanti. Nel corso dei secoli la struttura andò in rovina e, sui suoi ruderi, nella prima metà del XX secolo venne edificato Palazzo Ciardo, in cui nacque il pittore salentino Vincenzo Ciardo.

Della struttura originale è sopravvissuto soltanto un torrione, al cui interno attualmente vi è una cappella. Alla base della struttura esiste una grande cisterna, mentre l’antico fossato del maniero è stato colmato ed oggi è un piazzale adibito a diverse manifestazioni ecclesiastiche. Palazzo Ciardo, che si sviluppa su due piani, è adesso proprietà della parrocchia che lo utilizza per diverse attività quali, convegni, catechismo, sala musica e biblioteca.

Cosimo Enrico Marseglia

 

Commenta con Facebook

Notizie su Cosimo Enrico Marseglia

Cosimo Enrico Marseglia
Nato a Lecce, città in cui vive. Ha frequentato i corsi regolari dell’Accademia Militare dell’Esercito Italiano in Modena e della Scuola di Applicazione dell’Arma TRAMAT presso la cittadella militare Cecchignola in Roma, ed ha prestato servizio come ufficiale dell’Esercito presso il 3° Battaglione Logistico di Manovra in Milano, il Distretto Militare di Lecce ed il Battaglione Logistico della Brigata Pinerolo in Bari. Dopo otto anni in servizio permanente effettivo, ha lasciato la carriera militare, dedicandosi alla musica jazz ed al teatro. Attualmente collabora con il Dipartimento di Studi Storici dell’Università del Salento, come esperto di Storia Militare, e dal 2009 è ufficiale commissario del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana. Scrive per L’Autiere, organo ufficiale dell’ANAI (Associazione Nazionale Autieri d’Italia), Sallentina Tellus (Rivista dell’Ordine del Santo Sepolcro), per L’Idomeneo (Rivista dell’Associazione di Storia Patria) e per altre testate. Ha già pubblicato Les Enfants de la Patrie. La Rivoluzione Francese ed il Primo Impero vissuti sui campi di battaglia (2007), Il Flagello Militare. L’Arte della Guerra in Giovan Battista Martena, artigliere del XVII secolo (2009), Battaglie e fatti d’arme in Puglia. La regione come teatro di scontro dall’antichità all’età contemporanea (2011), Devoto ad Ippocrate. Rodolfo Foscarini ufficiale medico C.R.I. fra ricerca e grande guerra (2015), Marseglia. Storia di una famiglia attraverso i secoli (2016) per la Edit Santoro, e Attacco a Maruggio. 13 giugno 1637. Cronaca di una giornata di pirateria turca nel contesto politico-sociale europeo (2010) per la Apulus, quest’ultimo insieme al Dott. Tonino Filomena

Leggi anche

Maxi operazione nel Salento contro la Scu infiltrata nel settore delle slot machines. La Guardia di Finanaza sequestra beni per oltre 12 milioni di euro.

Dalle prime luci dell’alba oltre 50 militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di …