mercoledì 30 Settembre, 2020 - 16:06:29

Fortezze e Castelli di Puglia: Palazzo Ducale Venturi di Minervino di Lecce

Il Palazzo Ducale Venturi di Minervino di Lecce, dal nome della famiglia che lo fece costruire, oggi ospita un lussuoso hotel munito di tutti i confort, tuttavia già a prima vista esso presenta tutte le caratteristiche di una vera e propria fortezza piuttosto che di una dimora signorile. Risalente al XVI secolo la struttura, forse costruita su una precedente fortezza demolita di cui però non si ha notizia, si caratterizza per il suo aspetto massiccio e severo.
Si presenta a pianta quadrangolare, cui nel corso dei secoli sono stati addossati altri corpi di fabbrica, in seguito ad interventi di ampliamento, come è possibile notare sulla facciata principale dove l’ala a sinistra di chi guarda è più bassa della restante parte. Il palazzo si sviluppa su due piani. Di notevole rilevanza artistica è il portale di ingresso, al pianterreno, finemente bugnato ed a sesto acuto, nonché sovrastato dal blasone della famiglia Venturi. Ai due lati del portone due nicchie ora vuote, forse un tempo recavano all’interno alcune piccole statue o immagini religiose. Al primo piano vi sono tre finestre, più una quarta sul corpo di fabbrica posteriormente addossato alla struttura, perfettamente in linea e prive di decorazioni. In corrispondenza delle tre aperture e del portone, in alto sono presenti dei grossi piombatoi, a dimostrazione dell’originale funzione difensiva della struttura.
Il prospetto posteriore si presenta con un’altezza uniforme e si sviluppa ugualmente su due livelli sovrastati, anche in questo caso, da piombatoi.

Cosimo Enrico Marseglia

Commenta con Facebook

Notizie su Cosimo Enrico Marseglia

Cosimo Enrico Marseglia
Nato a Lecce, città in cui vive. Ha frequentato i corsi regolari dell’Accademia Militare dell’Esercito Italiano in Modena e della Scuola di Applicazione dell’Arma TRAMAT presso la cittadella militare Cecchignola in Roma, ed ha prestato servizio come ufficiale dell’Esercito presso il 3° Battaglione Logistico di Manovra in Milano, il Distretto Militare di Lecce ed il Battaglione Logistico della Brigata Pinerolo in Bari. Dopo otto anni in servizio permanente effettivo, ha lasciato la carriera militare, dedicandosi alla musica jazz ed al teatro. Attualmente collabora con il Dipartimento di Studi Storici dell’Università del Salento, come esperto di Storia Militare, e dal 2009 è ufficiale commissario del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana. Scrive per L’Autiere, organo ufficiale dell’ANAI (Associazione Nazionale Autieri d’Italia), Sallentina Tellus (Rivista dell’Ordine del Santo Sepolcro), per L’Idomeneo (Rivista dell’Associazione di Storia Patria) e per altre testate. Ha già pubblicato Les Enfants de la Patrie. La Rivoluzione Francese ed il Primo Impero vissuti sui campi di battaglia (2007), Il Flagello Militare. L’Arte della Guerra in Giovan Battista Martena, artigliere del XVII secolo (2009), Battaglie e fatti d’arme in Puglia. La regione come teatro di scontro dall’antichità all’età contemporanea (2011), Devoto ad Ippocrate. Rodolfo Foscarini ufficiale medico C.R.I. fra ricerca e grande guerra (2015), Marseglia. Storia di una famiglia attraverso i secoli (2016) per la Edit Santoro, e Attacco a Maruggio. 13 giugno 1637. Cronaca di una giornata di pirateria turca nel contesto politico-sociale europeo (2010) per la Apulus, quest’ultimo insieme al Dott. Tonino Filomena

Leggi anche

Maruggio primo caso di Covid-19. Si tratta di un turista residente a Campomarino

«Sapevo che questo momento sarebbe prima o poi arrivato.. anzi, visto il “tutto esaurito” (ed …