mercoledì 28 Ottobre, 2020 - 15:31:53

I politici maruggesi mortificano le iniziative locali dello spettacolo

Miss Perla del Golfo
MARUGGIO – “Mi sento messo da parte dal governo locale, come cittadino di Maruggio e come organizzatore di eventi dallo stesso calibro. A lamentarsi così è Emanuele Depace, giovane personaggio televisivo, autore ed organizzatore di eventi, come “Miss Perla del Golfo” la finale del quale è andata in scena anche la scorsa estate a Campomarino, riscuotendo un grande successo. Quest’anno però Campomarino perderà questo mix di bellezza e cultura, per dare spazio ad una tappa regionale di Miss Italia. Questa è una cosa che mi rammarica molto”, afferma Depace che rivendica la presentazione e l’organizzazione del suo concorso, volto a valorizzare il territorio.

L’amministrazione di Maruggio – dice – ha deciso di sostituire il mio evento perché a suo dire occorre variare. Il motivo pretestuoso – aggiunge l’autore – nasce dalla protesta dell’opposizione che ha criticato apertamente il programma dello scorso anno, e il neo assessore al turismo ha voluto cancellare il suddetto evento”. Depace dichiara anche di sentirsi offeso da chi aveva promesso.

Emanuele Depace

“Miss Perla del Golfo è un concorso di bellezza giunto alla quarta edizione e ha come fine l’elezione della più bella del golfo di Taranto. A me piace definirlo un anti concorso, perché l’ho ideato per farvi partecipare tutte le ragazze che incarnano i principi della semplicità della bellezza naturale mediterranea e soprattutto tutte coloro che rappresentano la nostra splendida Terra pur avendo qualche centimetro in meno o qualche chilo in più”. Questa peculiarità ideata dall’organizzatore maruggese ha riscontrato fin dalla prima edizione grande interesse, poiché tutte le ragazze pur non assomigliando sempre ai prototipi richiesti dai grandi della moda, mettono in mostra tutta la loro bellezza e il loro talento. Ma oltre a questo c’è dell’altro.

“Il mio spettacolo – ci dice Depace – vuole intrattenere e divertire, quindi le sfilate delle ragazze in gara sono ridotte al minimo, per dare spazio all’esibizione di cantati, ballerini ed artisti locali e non. Al termine della scorsa edizione l’assessore, e non solo, mi ha palesemente investito per la relazione della manifestazione per l’estate successiva. Ma il problema è anche un altro. Perché se il Comune lamenta scarse disponibilità economiche, poi inserisce tra gli eventi una manifestazione dal costo superiore? E’ questo quanto emerge dalle indiscrezioni sul prezzo: il mio spettacolo sarebbe costato molto meno!.

Alla luce di tutto questo l’organizzazione di Miss Perla del Golfo farà tappa in alcune spiagge locali ma non a Maruggio. A fare da corollario ad un lungo lavoro saranno i media locali che manderanno tutto in onda nelle emittenti di zona. E la finale? Non perdo la speranza di poter realizzare la finale a Campomarino”, confessa Emanuele.

Intanto – conclude – continuerò imperterrito il mio lavoro che mi vedrà protagonista a breve come giurato nel reality “La Masseria” che andrà in onda su Teleregione e su Sky, e organizzatore della “Corrida” e de “Il piccolo festival”. In programma ci sono anche eventi di rilevanza nazionale, dei quali però ora non posso anticipare nulla”.

Danilo Chiego

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Avetrana, firmato il Patto per la sicurezza urbana

Il Comune partecipa al bando ministeriale per realizzare un impianto di videosorveglianza Prevenzione alle forme …

Un commento

  1. Avatar
    Daniele Pichierri

    Danilo riesco a capire il tuo sfogo, comprensibile! Quest’anno in previsione di bilancio, la parte organizzativa ed al tempo libero è passata dalle 65.000€ dell’anno scorso ad € 100.000 quasi di quest’anno. Insomma si “sentunu comu lu pollici tra la farina”: spendono e spandono soldi pubblici. Non hanno previsto, figuriamoci, neppure un cent per l’agricoltura e per i portatori di handicap solo €500, ma questa è un’altra storia. Noi come associazioni ci battiamo alla destagionalizzazione e alla autoctonocità del territorio. Quindi con quei fondi si sarebbe DOVUTO cominciare a giugno incluso anche settembre a presentare eventi. Invece come sempre la testardaggine di qualche “governatore” non sente noi associazioni del settore, probabilmente per scopi differenti, i nostri quello di dare ampio lustro al turismo ed agricoltura. Non è comunque il primo caso che vanno a penalizzare i Maruggesi a vantaggio di forestieri di più “Fama”? Che peccato per il nostro territorio!!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.