venerdì 18 Ottobre, 2019 - 15:53:29
Home > Rubriche > Il Punto > I primi 40 anni della banda musicale di Maruggio.

I primi 40 anni della banda musicale di Maruggio.

1984 La Banda di Maruggio con il Maestro Pichierri
La nostra “banda”, ovvero l’Orchestra di fiati e percussioni dell’associazione musico-culturale “Giuseppe Pichierri”, nasce in Maruggio nel 1970 come “scuola” di orientamento musicale. I corsi sono patrocinati dalla ANBIMA (Associazione Nazionale Bande Musicali Autonome) grazie alla dedizione del M° Giuseppe Pichierri.

 La risposta dei maruggesi non si fa attendere. Si iscrivono 19 giovani e 1 anziano (Nino Mileto, che rimarrà per sempre nella memoria collettiva del paese perché imparerà l’arte della musica nonostante sia privo della “licenza elementare”). Dopo alcuni anni la banda inizia ad eseguire le marce sinfoniche e le arie tratte dalle più celebri opere liriche. Sotto il nome di Giuseppe Verdi il “gruppo dei 20” si esibirà nelle Terre del Salento e della Lucania, riscuotendo stima e ammirazione di pubblico.

 In seguito alla prematura scomparsa di Giuseppe Pichierri (1996), il gruppo si trasforma in associazione musicale “Giuseppe Pichierri” in memoria del suo maestro (un gesto non doveroso, ma di profondo affetto). La direzione artistica è affidata al giovanissimo Giuseppe Pisconti (neo diplomato “cum laude” al conservatorio di Salerno). Questo è l’inizio di un lungo cammino coronato da grandi successi.

1995 il Maestro Pisconti

 E’ il 1999. Si svolge in Puglia il I° RADUNO NAZIONALE DELLE PICCOLE BANDE (ideato e organizzato dalla nostra banda) che vedrà, tra le altre, anche la partecipazione della fanfara della banda della Marina Militare Italiana (2002). L’idea verrà esportata in diverse regioni. La rassegna è alla sua XII edizione.

 L’associazione si esibisce in varie regioni dell’Italia meridionale: Campania, Basilicata, Calabria e, naturalmente, Puglia. Ci piace rilevare che nel marzo 2008 l’associazione si è esibita con “Fuoco ed Acqua” in onore dei VV.FF. di Brindisi dinanzi a numerose Autorità che hanno potuto apprezzarne le doti artistiche.

Nell’aprile 2009 la banda si “rifonda” in “associazione musico-culturale Giuseppe Pichierri” volendo volgere lo sguardo anche alle attività propriamente culturali. Accanto a queste nuove attività, infatti,  è  costituita la scuola di musica, diretta dal M° Giuseppe Pisconti, per continuare a “fare Tradizione” per altri 40 anni.

 Oggi la “banda di Maruggio” conta 32 elementi: Giuseppe Pisconti (corno), Antonio Duggento (piatti), Cosimo Guarino (clarinetto piccolo in mib), Raffaele Buccoliero (trombone), Marco Pichierri (sax baritono), Giovanni Guida (flicorno soprano), Fabio Caforio (basso tuba), Gianpiero Stani (tromba), Pasquale Pichierri, figlio del maestro Giuseppe Pichierri (tromba), Giuseppe Taurino (tromba), Antonio Calasso (clarinetto basso), Cosimo Guida (flicorno baritono), Ludovico Giuseppe (claniretto), Carlo Sammarco (tamburo), Giovanni Coppola (clarinetto), Pasquale Ricca (clarinetto Enrico Pulieri (clarinetto), Fernando Micelli (clarinetto), Giovanni Pisconti (sax contralto), Fabio Valentini (clarinetto contralto), Arcangelo Pisconti (sax tenore), Rosanna Masilla (clarinetto), Arturo Pisconti (clarinetto), Michele Chiego (gran cassa), Damiano Palummieri (sax baritono), Michele Colluto (clarinetto), Cosimo Pichierri (basso tuba), Gaetano Maiorano (trombone), Giulia Palmieri (sax contralto), Mariachiara Calasso (flauto), Mimma Petronelli (clarinetto) e Francesca Pizzi (tromba).

 Tra le tradizionali esecuzioni l’associazione annovera delle marce sinfoniche e militari, tra i cui autori c’è anche il nostro concittadino compositore Arturo Pisconti (claniretto concertista della fanfara della banda della Marina Militare Italiana).

La “banda di Maruggio” si avvale anche della occasionale presenza  del nostro concittadino Massimo Corrado, prima Tromba d’Italia, reduce dal Premio Barocco e componente dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI.

Il consiglio direttivo è composto da  Fabio Caforio  (presidente), Fabio Valentini (vicepresidente), Antonio Calasso (segretario), Cosimo Guarino (tesoriere), Cosimo Guida (revisore dei conti), Damiano Palummieri (consigliere), Giuseppe Pisconti (direttore artistico).

 Onore al merito.

Grazie figli di Maruggio che rendete onore alla nostra antica Terra.

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Necrologio – Gli amici sono vicini al dolore che ha colpito Annalisa Vacca per la perdita della cara mamma

Tutte le parole del mondo non potrebbero colmare il vuoto che hai ora nel petto, …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.