giovedì 02 Dicembre, 2021 - 2:35:26

Il 17 novembre, i punti nascita tarantini si illuminano di viola per la Giornata della Prematurità

Il 17 novembre sarà il viola a colorare gli ospedali del territorio ionico con punto nascita, in occasione del “World Prematurity Day”, la Giornata Mondiale della Prematurità. La ricorrenza celebra, ormai dal 2011 a livello mondiale, tutti i neonati che, a causa di diverse problematiche, nascono prima della 37esima settimana di gravidanza. In Italia, sono circa 30mila (6,7 su 100 nati secondo i dati CEDAP del 2019) e il tasso con la pandemia è aumentato all’11,2% nei parti da donne con infezione da Sars-Cov-2; nel mondo, 1 bambino su 10 nasce prematuro.

Il percorso nascita dei neonati prematuri è certamente in salita: più piccoli e fragili degli altri, spesso richiedono cure e assistenza neonatale intensiva perché precocemente separati dal loro ambiente naturale, l’utero materno, e costretti ad affrontare un mondo per il quale non sono ancora fisicamente e psicologicamente preparati. “Si tratta di piccoli guerrieri alla conquista della vita, che però da soli non possono farcela” – dichiara la dottoressa Lucrezia De Cosmo, dell’unità di Neonatologia e TIN del Santissima Annunziata di Taranto – “ed è per questo che noi neonatologi ci schieriamo al loro fianco e stringiamo un patto di alleanza, in stretta collaborazione con i loro genitori, per assicurare loro un armonico sviluppo e la sopravvivenza”. La Terapia Intensiva Neonatale diventa così la nuova casa per i neonati prematuri, spesso per lunghi mesi: una nuova dimora, apparentemente fredda, con macchinari speciali e sofisticati, dove gli incubatori trasparenti, i ventilatori, le pompe infusionali, le luci dei monitor e gli allarmi acustici sono animati da professionisti speciali, medici e infermieri, completamente dediti alla cura amorevole e assistenza specialistica dei neonati.

In occasione, quindi, della Giornata Mondiale della Prematurità 2021, il presidio ospedaliero del Santissima Annunziata si illumina di viola, per rimarcare la forza e il coraggio dei piccoli prematuri, insieme alla sofferenza e ai sacrifici che le loro famiglie devono affrontare quotidianamente. L’iniziativa, voluta dalla direzione strategica, sarà condivisa anche dai presidi di Martina Franca e di Castellaneta, come esempio di cooperazione assistenziale per i piccoli pazienti. In contemporanea, l’associazione onlus “Delfini e Neonati” di Taranto promuoverà iniziative simili per celebrare, come ogni anno, la ricorrenza. Il messaggio dell’equipe di Neonatologia e TIN di Taranto è di speranza: “Nonostante il difficile momento pandemico, ci stringiamo tutti in un abbraccio virtuale colorato di viola per proteggere i piccoli prematuri e supportare le loro famiglie”

Facebook Comments Box

Notizie su Redazione

La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Picchia e molesta la compagna. I carabinieri arrestano un 21enne siciliano

I carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Taranto hanno arrestato, per maltrattamenti in …