giovedì 06 Maggio, 2021 - 9:29:15

Il 27 e 28 gennaio tornano i CANTACUNTI per la Giornata della Memoria

Il 26 e 27 gennaio tornano i CANTACUNTI per la Giornata della MemoriaRitornano in scena i CANTACUNTI, la compagnia di cantastorie più longeva di Puglia. E per farlo scelgono la giornata della memoria, con due concerti a tema, previsti per il 27 ed il 28 gennaio 2016. Il primo si svolgerà presso il Teatro “Don Bosco”, a Manduria, appunto il 27 gennaio, organizzato dall’Istituto Comprensivo “Michele Greco” di Manduria ed il secondo, il giorno dopo, 28 gennaio, si svolgerà ad Avetrana, presso l’oratorio Sant’Antonio, per conto dell’Istituto Comprensivo “Morleo”. Due momenti in cui i CANTCUNTI celebreranno con gli studenti delle due scuole la giornata della memoria, a distanza di 71 anni da quel 27 gennaio 1945, quando le truppe  sovietiche dell’Armata rossa aprirono i cancelli di Auschwitz, mostrando al mondo l’efferato e sanguinario disegno del Reich hitleriano.

Con il loro modo unico di raccontare le emozioni in musica, i CANTACUNTI saranno nuovamente protagonisti nelle scuole della provincia, a contatto con gli studenti. “Entrare nelle scuole – spiega Gianni Vico, leader storico e fondatore del gruppo – ci onora e ci emoziona. È infatti da diversi anni che i docenti richiedono il nostro contributo e per questo abbiamo studiato un concerto ad hoc per celebrare, nell’11° anniversario dalla sua istituzione, la Giornata della Memoria; nello spazio di circa un’ora i ragazzi riflettono in musica sullo scempio umano di una scelta che la storia non ha mia giustificato, per imparare e far proprio quel sentimento di giustizia che si forma saldamente nell’ambito scolastico. Essere noi partecipi di questo – sottolinea Vico – onora e qualifica senza dubbio il nostro lavoro”.

La scaletta pensata per queste giornate prevede pezzi narrati alternati a brani musicali, nello stile classico di questa memorabile compagnia di cantastorie, con brani come “Il bosco di betulle”, dedicato proprio ad Elisa Springer, che del racconto della sua vita vissuta nei campi di concentramento ne aveva fatto, negli ultimi anni della sua esistenza, un motivo di vita. Per l’occasione i CANTACUNTI tornano sulle scene nella loro consueta formazione: Gianni Vico (chitarra, voce, autore dei testi e delle musiche), Maria Rosaria Coppola (voce e voce narrante), Roberto Bascià (chitarra e mandolino) e Antonio Libardi (flauto).

Due nuovi appuntamenti (i primi del nuovo anno) per questa compagnia, alla soglia dei suoi vent’anni di ininterrotta attività su tutto il territorio nazionale, motivo per cui il 2016 riserverà delle sorprese sicuramente gradite per chi (e non solo) segue questi artisti da tempo, a chi, insieme e grazie a loro, ha ritrovato il gusto di ascoltare in musica le suggestioni dell’anima, con la nobile lente dell’arte del cantastorie.

 

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Emesso un francobollo dedicato alle professioni sanitarie in prima linea contro il Covid-19

Emesso un francobollo dedicato alle professioni sanitarie in prima linea contro il Covid-19

Il Ministro Giorgetti: “Riconoscimento a impegno e devozione nella lotta al Covid”. Le professioni: “Non …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.