martedì 12 Novembre, 2019 - 17:05:24
Home > La Piazza di Avetrana > Il borgo antico di Avetrana: pietra miliare dell’alto Salento

Il borgo antico di Avetrana: pietra miliare dell’alto Salento

Foto Antonio C. Nigro
Avetrana è un paese ricco di storia, circondato da uliveti millenari e bagnato dalle limpide acque del Mar Jonio. Costituisce l’ultimo paese della provincia di Taranto, le sue antiche origini lo contraddistinguono e già durante il neolitico Avetrana era abitata, infatti qualche anno fa vi è stato un ritrovamento di un villaggio preistorico datato attorno al VI millennio a. C.

Il paese salentino durante la tirannide feudale fu feudo di diverse famiglie dai Pagano passando per gli Albrizi, Romano sino a giungere agli Imperiale. Diverse tracce dei potenti casati dell’epoca le ritroviamo nel centro storico, tra cui Palazzo Imperiale dell’omonima famiglia, di cui si hanno scarse notizie sull’anno di costruzione ma di certo fu restaurato nel 1693 da Michele III Imperiale ed è contraddistinto da una affascinante corte chiusa che racchiude sulla sinistra una scalinata monumentale.

Ph Gino Saracino

Le antiche e candide case di tufo che si snodano nel borgo antico denominate “caseddi” lo rendono unico nascondendo tra i vicoli un gioiello storico di rara bellezza: il complesso fortilizio del Torrione, la cui torre più antica appunto denominata “torrione” è del 1350, mentre successiva è la torre tonda e le altre che svolgevano attività di difesa del borgo. Sottostanti al Torrione vi sono i Trappeti Ipogei costituiti tra il 1500 ed il 1800 e sottolineano una delle attività principali del paese:la produzione di olio.

Diversi sono i palazzi che abbelliscono il borgo antico da Palazzo Pignatelli del 1800 a Palazzo Gaballo del 1500 sino a Palazzo Torricelli contraddistinto da una graziosa balaustra in stile barocco. Nei mesi di luglio ed agosto la torre civica del 1888 diviene sede dell’info Point Avetrana ed è possibile grazie alla presenza di guide turistiche, visitare il torrione e le cappelle presenti nel borgo. La chiesa matrice dedicata a San Giovanni Battista del 1756 incornicia il centro storico sottolineando da sempre l’importanza del culto cattolico con i suoi riti e le antiche processioni tra i vicoli.

La capacità ricettiva presente ad Avetrana è notevole e variegata, dalle antiche masserie ristrutturate in cui si possono degustare anche i piatti della tradizione ai B&B in cui si può soggiornare in completo relax tra il borgo antico la vicina spiaggia di Punta Prosciutto e gli ulivi. Ad Avetrana sono presenti diverse associazioni che con le loro manifestazioni ravvivano il paese in diversi periodi dell’anno e lo rendono un paese unico ricco di storia, cultura, sole e mare che riserva nuove sorprese in ogni stagione e degno di essere visitato.

Salvatore Cosma

Commenta con Facebook

Notizie su Salvatore Cosma

Salvatore Cosma
Laureato in Giurisprudenza presso l'Università di Lecce, originario di Avetrana, paese in cui sin da piccolo ha maturato la passione per la musica, in particolare lo studio del pianoforte, strumento che ha studiato diversi anni, parallelamente ha coltivato la passione per la lettura e la scrittura. Attualmente vive e lavora a Reggio Emilia conservando un forte legame con Avetrana, dove torna ogni volta che gli impegni di lavoro glielo consentono. Lavora in ambito sindacale. Si occupa principalmente della rappresentanza politica e sindacale/vertenziale dei lavoratori del settore edile nella provincia di Reggio Emilia. Appassionato di storia, cultura e tradizioni salentine.

Leggi anche

Disagi per il maltempo in tutta la Puglia, bloccata la Maruggio Manduria

Il maltempo ha provocato danni e disagi in Puglia,  violente raffiche di vento hanno abbattuto …