martedì 24 Novembre, 2020 - 13:07:39

Il Maruggio pareggia in casa. Maruggio 0 – Stella Jonica 0

Stefano Gioia

La partita dei ricordi. Può essere definito così il match che ha visto affrontarsi il Maruggio e la Stella Jonica in un “Demitri” bersaglio di un forte vento di scirocco. Crupi e Sangermano, che l’anno scorso vestivano la casacca maruggese e che si sono accasati dall’altra parte, oggi siedono nella tribuna dello stadio a loro familiare.

I validi Catapano e Buzzacchino, che un tempo erano i pilastri di uno storico Maruggio, danno filo da torcere alla loro vecchia squadra e mettono più volte in difficoltà la retroguardia dei locali.

I ragazzi dell’ex Cimino, privi di un acciaccato Pignatale, sono apparsi dinamici, volenterosi e per lunghi tratti hanno dominato la gara, aggredendo i possessori di palla.

Nel primo tempo, con le folate di vento a favore, il Maruggio ha creato poco e i maggiori pericoli sono arrivati dai tiri dalla distanza e da quelli da fermo.

Al 18’ Valerio Cimino prova il tiro da lontano ma la palla va abbondantemente fuori dalla porta difesa da Ricci.

Al 26’ l’azione più pericolosa degli ospiti: Zangla si incarica di battere un calcio di punizione a due in area di rigore, concesso dall’arbitro per una presunto fallo della retroguardia gialloblu, e la palla si schianta sulla traversa.

Al 45’ ci prova Tursi, ma De Marco non ha problemi a bloccare la sfera.

Il secondo tempo si apre con la Stella Jonica che vuole a tutti i costi vincere e si chiude con un Maruggio aggressivo.

Al 12’, il neo entrato Magno, non trova il tap-in vincente in area e la palla va fuori.

Al 23’ Gioia ci prova su punizione ma la sfera, spinta dal vento, non centra lo specchio della porta.

E’ un buon momento per il Maruggio. Brunetti ci prova al 24’ e al 29’ con un tiro debole prima, e con un bolide dopo, respinto dall’estremo difensore in corner.

Nel finale la squadra di Alfredo Cimino, allontanato dalla panchina per troppa irascibilità, sfiora una vittoria forse meritata con Gioia, che sbaglia davanti a Ricci un goal facile.

Buona la prestazione del Maruggio che domenica andrà a far visita al Galatina, corazzata del girone.

La Stella Jonica ha messo in mostra i suoi pezzi pregiati e ha dimostrato di non meritare una classifica così deficitaria.

 

Maruggio: De Marco, Caputo (46’ s.t. Prisciano), Zaccaria, Mero, Iaia, Gioia,Brunetti, Baratto, Vasco, Cimino V, Scarciglia (48’ s.t. Scarciglia). A disp.: Pastorelli, Lamusta, Pignatale, Distratis, Recchia. All. Cimino.
Stella Jonica: Ricci, Izzo, Sanapo (36’ s.t. Consoli), Troccoli, Zangla, D’Onghia, Catapano, Tursi (10’ s.t. Magno), Vapore, Nazaro (35’ s.t. Lattanzi), Buzzacchino. A disp.: Miccoli, Rabindo, Detimo, Marin. All. Marinelli.
Arbitro: Ameruoso di Bari. Assistenti: Fiume e Resta di Brindisi.
Note: 12’ p.t. Zangla, 26’ p.t. Tursi, 29’ p.t. Vasco, 41’ p.t. Baratto, 34’ s.t. Buzzacchino. Espulso mister Cimino al 45’ s.t.

Danilo Chiego

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Bollettino epidemiologico Regione Puglia del 19 novembre 2020

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.